WSBK a Portimao: gli highlights e le dichiarazioni dei protagonisti

Portimao ha ufficialmente chiuso il mondiale Superbike 2011, un vero e proprio dominio da parte di Carlos Checa che ha accompagnato l'iride dal primo all'ultimo GP, conquistando l'affetto del pubblico, della sua squadra, e il rispetto degli avversari. Un campionato che nonostante tutto è stato spettacolare, ricco di sorpassi e come al solito emozionante anche per le posizioni dietro al leader. Marco Melandri chiude secondo al debutto nella categoria, precedendo Max Biaggi.

Carlos Checa: "Questo weekend e’ stato molto particolare; prima di Gara 1 sembrava che non ci fosse modo di rimanere con Althea Racing nel 2012 ed ero molto emozionato, ma adesso sembra che la Ducati e l’Althea Racing si siano messi d’accordo e sono strafelice di sentire che rimarrò qui con i miei ragazzi e con la mia moto anche l’anno prossimo. Abbiamo costruito una cosa molto speciale qui ed andare via sarebbe stata la cosa piu’ difficile. Piu’ che una vittoria, e’ una rinascita ed una vittoria morale – nell’arco di due giorno ho perso e ritrovato il mio team.

Jonathan Rea: "Mi sentivo in forma in Gara1 e ho corso al meglio che potevo, ma Sylvain è partito molto bene, sono comunque contento pe il risultato. E' bello combattere per la vittoria in entrambe le gare anche se in gara2 era chiaro che stavamo perdendo terreno dagli altri, la moto non andava bene in alcuni settori. Il 2011 è stato un anno pieno di alti e bassi per me, ora non vedo l'ora di cominciare con la stagion 2012.

Max Biaggi: "Peccato per la partenza nella seconda gara, decisamente peggiore rispetto alla prima. Durante entrambe le rimonte ho, ovviamente, sollecitato molto le gomme, riuscendo comunque a portare a casa un quarto ed un settimo posto dopo essere partito diciassettesimo. I tempi sul giro sono stati buoni, purtroppo in Gara2 ho iniziato ad avvertire anche la mancanza di preparazione fisica. Un weekend positivo perché, avendo conquistato la terza posizione nella classifica mondiale, potrò mantenere il 3 sulla carena nella stagione 2012”.

Fra gli uomini da podio ci mancano le dichiarazioni del team Yamaha Racing, probabilmente già in fase di decostruzione nonostante la grande doppietta di Portimao, e della squadra Effenbert Liberty, che con Sylvain Guintoli ha animato la gara1 finendo sul secondo gradino del podio.

  • shares
  • Mail