MotoGP Indy, le pagelle: Stoner stella accecante. Rossi stella cadente

Casey Stoner e Dani Pedrosa

La corsa: pigliasonno. Voto 6- Tracciato blasonato ma piatto, corsa piatta con qualche tete-a-te nelle retrovie. Il “canguro” illumina una MotoGP grigia. Ma una stella non basta.

Stoner: pigliatutto. Voto 10+. Ennesimo show: vince, convince, corre verso il titolo iridato. L’australiano della Honda (voto 10) detta la legge del più forte. Agli altri solo briciole.

Pedrosa: pigliapoco. Voto 8-. Lo spagnolo deve dimenticare Brno, cerca il podio e lo trova. Meglio di niente. Ma il secondo gradino resta quello del primo degli sconfitti.

Spies: pigliapodio. Voto 8+. Grande rimonta, un terzo posto che vale molto più del bronzo per l’americanone della Yamaha (voto 8). Dopo Stoner, oggi Ben il più forte in pista.

Lorenzo: impigliato. Voto 7-. Il maiorchino non regge il ritmo dei primi e subisce l’onta del sorpasso del compagno di squadra. Deconcentrato o impiccato? Addio mondiale.

Dovizioso: pigliatempo. Voto 6-. Quinta piazza opaca per mantenere il terzo posto in classifica che, così, si sfila. Forse, così, si è già sfilata anche la Honda factory.

Simoncelli: piglianiente: Voto 6 + Dodicesimo posto causato da una gomma ko dopo i primi 8 giri. Inizio gara promettente, con sorpasso su Lorenzo. Alti e bassi. Ritmo (alto) cercasi.

Rossi: pigliamosche. Voto 5-. Il nove volte campione del Mondo arranca, sbaglia, cade (in qualifica) e vaga in pista per non indossare la maglia nera. La Ducati (voto 4-) ha perso la bussola. E Rossi ha perso lo smalto. Misano, ultima chiamata 2011.

  • shares
  • Mail
182 commenti Aggiorna
Ordina: