MotoGP, Indianapolis: nel warm up Ben Spies davanti a Pedrosa e Stoner.


Si scaldano le gomme per l'ultima volta prima che si inizi a far sul serio e la buona notizia ce la da SuperSic: ieri in difficoltà per l'usura delle gomme, oggi invece sembra in gran palla e stacca un 1'40 basso di tutto rispetto, mettendosi dietro nei primi minuti le Yamaha ufficiali di Spies e Lorenzo, e la Ducati di Barbera, tutti nel giro di mezzo secondo.

Ma deve ancora far il suo ingresso in pista il team Repsol: e il risultato si vede tutto. Pedrosa seguito da Dovizioso si portano subito in testa. A sorpresa rimane guardingo il dominatore delle sessioni precedenti Casey Stoner, fermo all'ottava tabella. Ma le Yamaha in livrea bianco-rossa suonano la carica e piazzano una doppietta lassù. Ottimo Nicky Hayden che porta la sua GP 11.1 al terzo posto provvisorio.

La risposta Honda non tarda a farsi sentire e in un attimo Stoner e Pedrosa ristabiliscono gli equilibri dimostrati nei giorni scorsi. Braccano Texas Terror da vicino, ma senza riuscire a strappargli il crono: l'americano, idolo di casa, si candida a diretto rivale in grado di fermare la cavalcata di Casey. Chiude la top ten Valentino Rossi, a 1"2 dalla vetta.

1 SPIES Yamaha Factory Racing 1:39.621
2 PEDROSA Repsol Honda Team +0.102
3 STONER Repsol Honda Team +0.163
4 LORENZO Yamaha Factory Racing +0.167
5 HAYDEN Ducati Team +0.367
6 SIMONCELLI San Carlo Honda Gresini +0.613
7 DOVIZIOSO Repsol Honda Team +0.670
8 EDWARDS Monster Yamaha Tech3 +0.873
9 BARBERA Mapfre Aspar Team MotoGP +0.989
10 ROSSI Ducati Team +1.258

  • shares
  • Mail