MotoGp: il team Repsol Honda pronto per un'altra grande sfida in America


Il team Repsol Honda fa rotta verso Indianapolis, seconda tappa americana del Motomondiale, dodicesimo appuntamento del calendario 2011, con grandi aspettative e, visto l’ottimo risultato del Gran Premio della Repubblica Ceca, puntano a ripetersi anche all'Indianapolis Motor Speedway. La pista, completamente riasfaltata, ospita un gran premio MotoGP per il quarto anno consecutivo ed è uno dei circuiti più rinomati nel calendario per fama e tradizione motoristica.

Con la vittoria di Brno, Casey Stoner ha consolidato la prima posizione in Campionato con 32 lunghezze di vantaggio su Jorge Lorenzo, secondo. Assente nel 2009 per motivi di salute, in carriera il pilota australiano ha corso a Indy solo due volte, nel 2008 (quarto) e lo scorso anno, quando è caduto in gara dopo un fine settimana positivo. Domenica Casey spera di saldare il conto con il circuito americano e punta alla vittoria, ripetendo così il successo già conquistato a Laguna Seca.

Con cinque podi all’attivo, Andrea Dovizioso sta disputando la sua migliore stagione in MotoGP e vuole continuare questo buon momento. Andrea ama le tappe americane, così diverse da quelle europee per i tracciati e il pubblico e arriva a Indianapolis forte dell’ottimo secondo posto di Brno. Vincitore del Gran Premio di Indianapolis 2010, Dani Pedrosa vuole portare a termine il lavoro rimasto incompiuto lo scorso gran premio a causa della caduta in gara dopo aver dominato nelle prove.

Casey Stoner: "Nelle scorse edizioni la pista di Indy presentava molti avvallamenti ed era leggermente pericolosa, così sono contento di tornare e guidare sul nuovo asfalto. Sarà bello girare con la Honda perché con la Ducati faticavamo molto a trovare la giusta messa a punto su un circuito così particolare. Ho corso solo due volte a Indy nel 2008 e nel 2010. Lo scorso anno ero competitivo, ma in gara ho perso il davanti e sono scivolato. Non vedo l’ora di girare sul nuovo asfalto e lavorare al set up della nostra RC212V”.

Andrea Dovizioso: "Arriviamo a Indy dopo il secondo posto di Brno e spero proprio di continuare questo buon momento. Indianapolis è un circuito tipicamente americano con grandi tribune e un impianto imponente. La pista non è particolarmente interessante, ma mi piace correre qui perché le gare americane hanno sempre un fascino particolare. Quest’anno il tracciato è stato in gran parte riasfaltato e sicuramente sarà molto più divertente guidare perché c’erano molti avvallamenti e la pista presentava tanti tipi di asfalto diverso. Lo scorso anno siamo stati veloci in prova, mentre in gara abbiamo faticato finendo quinti. Spero di essere competitivi anche quest’anno, arriviamo determinati per lottare per un altro buon risultato”.

Dani Pedrosa: "Non vedo l’ora di correre a Indianapolis. Lo scorso anno abbiamo fatto una buona gara e spero di potermi ripetere anche domenica. La pista è stata riasfaltata così dovremmo adattarci alla nuova superficie, verificare come lavorano le gomme e cercare la miglior messa a punto. Fisicamente sto migliorando poco a poco, già a Brno mi sentivo meglio che nei mesi passati, così spero di essere in piena forma per Indy. Arriviamo da un gran premio deludente per me e il mio team dopo le buone prestazioni in prova, ma prendiamo le cose positive e guardiamo avanti”.

  • shares
  • Mail
26 commenti Aggiorna
Ordina: