Shuhei Nakamoto: "La più grande sfida delle 1000cc è la lotta al consumo di carburante"


Shuhei Nakamoto è il vice presidente di HRC, e non può che dirsi soddisfatto dell'andamento della stagione MotoGP in corso da parte del team Repsol Honda, che sta svolgendo la sua più bella stagione fin dai tempi di Mick Doohan. Dopo anni di sforzi e tentativi, finalmente la moto è arrivata ad un livello di competitività superiore rispetto agli avversari, e con piloti di prim'ordine sta comandando il mondiale.

Il prossimo anno, però, cambieranno molte cose, con il cambio di regolamento che porterò la massima cilindrata a 1000cc. Per lo sviluppo della nuova moto, HRC si sta avvalendo del supporto in ricerca e sviluppo da parte del main sponsor Repsol, la grande compagnia petrolifera spagnola, poichè lo scoglio più grande il prossimo anno è proprio la lotta contro l'eccessivo consumo di carburante.

Sia chiaro, nella MotoGP i consumi sono direttamente proporzionali all'aumento di cilindrata. Dimenticatevi quelle belle turistiche stradali dalla cilindrata over 1000 che consumano come una 600, qui si parla di motori che girano a 18.000 giri, con corsa molto corta e rapporti di compressione altissimi. Con il passaggio da 800 a 1000 però non verrà aumentata la capienza massima dei serbatoi, che da regolamento dovrà rimanere di 21 litri. Come far rendere al meglio una moto che consuma di più con lo stesso quantitativo di carburante?

Honda RC213V a Brno
Honda RC213V a Brno
Honda RC213V a Brno
Honda RC213V a Brno
Honda RC213V a Brno
Honda RC213V a Brno
Honda RC213V a Brno
Honda RC213V a Brno

"La regola che ci obbliga ad usare un serbatoio da 21 litri è una bella sfida. Dobbiamo adattare noi stessi e con l'esperienza che abbiamo maturato in MotoGP convertiremo le nuove tecnologie per la produzione stradale futura. Sia in Honda che in Repsol siamo coscienti di quanto dobbiamo lavorare assieme al settore produzione, difatti nella RC213V ci saranno molti aspetti tecnologici presi da alcuni modelli Honda stradali" Commenta il vice.

"Se quest'anno abbiamo concentrato lo sviluppo nella ricerca delle performance, ora dobbiamo pensare molto più al consumo e alle emissioni, riducendo entrambe al minimo possibile, le nuove regole 2012 ci offrono una sfida interessante, stessa capacità di carburante ma più potenza e cilindrata maggiore. La chiave sta non nel cercare la massima potenza ma nel trovare il giusto compromesso fra consumo e performance." Conclude Nakamoto

via | FIM

  • shares
  • Mail
64 commenti Aggiorna
Ordina: