Simoncelli: "ho fatto nettamente più fatica degli altri".


Oggi, al termine delle qualifiche, Marco Simoncelli era parzialmente deluso. Le aspettative di ieri non si sono concretizzate ed alla fine si è dovuto accontentare della seconda fila sullo schieramento di partenza per la gara di domani. Insieme al suo team stanno analizzando i dati raccolti ma quasi certamente dovranno fare un passo indietro e tornare sul set up di ieri. La pioggia di questa mattina ha infatti condizionato il lavoro di oggi. Grande soddisfazione invece per Hiroshi Aoyama che ha compiuto un piccolo passo avanti ritrovando concretezza e confidenza con la moto.

Marco Simoncelli - 5° - 1’ 57” 351 :Oggi sono un po’ deluso perché rispetto a ieri siamo peggiorati. Ieri ero partito abbastanza bene ed oggi abbiamo cercato di lavorare per cercare di migliorarci ma così non è stato. Purtroppo le mosse che abbiamo fatto non sono andate bene ed oltre a non essermi migliorato ho addirittura peggiorato. Chiaramente hanno influito anche le condizioni meteo perchè a causa della pioggia di questa mattina era tutto più difficile in pista. Ho visto anche gli altri in difficoltà ma io in particolare ho fatto nettamente più fatica. Adesso cercheremo di capire dove abbiamo sbagliato e di rimetterci in careggiata per domani“.

Hiroshi Aoyama - 10° - 1’ 57” 784 :Dopo la pioggia di questa mattina oggi pomeriggio con pista asciutta abbiamo trovato un set-up che non era affatto male. Sono soddisfatto perché il decimo tempo è positivo soprattutto perché la differenza nei confronti dei piloti che mi precedono è alquanto ridotta. Domani mattina cerchermo di fare ancora qualche piccola modifica che mi permetta di essere più veloce in alcuni punti del tracciato. In definitiva sono contento e spero di poter disputare una gara positiva per me e per la squadra che ha lavorato molto bene”.

Fausto Gresini :Purtroppo a Marco è mancato un po’ di tempo per lavorare sulla moto non riuscendo a fare quel salto in avanti che ci aspettavamo. Naturalmente la pioggia di questa mattina ha condizionato il tutto. Abbiamo provato alcune soluzioni che non lo hanno soddisfatto e non gli hanno permesso di migliorarsi rispetto ai tempi fatti segnare ieri. Dovremo fare un passo indietro e tornare al set-up che lo soddisfava maggiormente. Aoyama da parte sua ha fatto una buona prova tornando ad avere un discreto feeling con la moto. Non è lontano dai primi ed ha dimostrato di poter tornare ad essere competitivo”.

  • shares
  • Mail