Sarolea SP7 Electric Superbike: la casa belga punta al TT Zero 2014 [video]

Sarolea, rinato marchio belga, presenta la sua prima moto dopo 50 anni di inattività: è la supersportiva elettrica SP7 e debutterà tra due mesi sull'Isola di Man.

Sarolea SP7 2014

Ad inizio anno avevamo parlato della rinascita di Sarolea, storico marchio belga la cui prima produzione motociclistica risale addirittura a fine 800. Dopo aver conosciuto un grande successo negli anni '20, Sarolea in pratica smise di esistere nei primi anni 60, rimanendo nell'oblio fino all'inizio di quest'anno, con l'annuncio del ritorno del marchio com costruttore di moto elettriche per mano di un'impresa belga, con il primo modello che sarebbe stato pronto fare il proprio debutto 'agonistico' già al TT Zero 2014.

La competizione riservata alle moto elettriche del Tourist Trophy dell'Isola di Man (che si correrà su un unico giro del Mountain Course mercoledì 8 Giugno, clicca qui per il programma completo) saluterà quindi il debutto della Sarolea SP7, primo prodotto della casa belga dopo oltre 50 anni, che sarà guidata dallo scozzese Robert Wilson.

GALLERY FOTOGRAFICA - SAROLEA SP7 2014

La Sarolea SP7 si propone come un concentrato di alta tecnologia dallo styling decisamente retrò, quasi da Cafe Racer, che le conferisce innegabilmente una sua ben definita personalità sin dal primo sguardo. Dalle immagini risulta subito evidente l'abbondante utilizzo di fibra di carbonio e materiali ultra leggeri e componentistica che coinvolge marchi prestigiosi quali Brembo e WP, un forcellone piuttosto elaborato ed una coda minuscola, con un'aerodinamica che lascia leggermente perplessi.

La moto è stata disegnata e realizzata in Belgio con particolare attenzione al rapporto peso/potenza: il telaio è in fibra di carbonio, il motore sviluppa 130 kW (circa 174 CV), ed il peso complessivo è di poco superiore ai 190 kg, cioè circa 40 CV in più e 50 kg in meno della strafavorita Mugen Shinden San. La moto giapponese, 'figliastra' di Honda, arriva al TT Zero 2014 con due anni di esperienza a Manx, una line-up piloti 'stellare' composta da John McGuinness e Bruce Anstey, e con il forfait della pluri-premiata MotoCzysz che sembra averle spianato la strada per la vittoria, ma alla luce di questi 'numeri' sarà sicuramente interessante vedere come si comporterà la debuttante belga.

GALLERY FOTOGRAFICA - SAROLEA SP7 2014

Ovviamente, l'obiettivo di fondo di Sarolea è quello di raccogliere dati che siano funzionali allo sviluppo del progetto, possibilmente terminando la gara senza sfigurare. In termini di performance, la casa belga ha confermato le prime stime che parlavano di un'accelerazione 0-100 km/h attorno ai 2.8 secondi, con velocità massima di circa 250 km/h. La SP7 ora affronterà un rapido programma di test in vista della TT Zero e della FIM eRoadRacing World Cup 2014, alla quale parteciperà già da questa stagione. Torsten Robbens, Project Manager di Saroléa Racing, ha così commentato la presentazione della moto:

"L'Isola di Man TT è la più prestigiosa gara motociclistica al mondo. Il suo percorso da 37.73 miglia (circa 60 km), lo rendono l'evento più impegnativo sia per il pilota che per la macchina. Il programma di test in vista del TT Zero si concentrerà sulla strategia di gara e sull'ottimizzazione dell'efficienza aerodinamica. la sfida del TT Zero Challenge e della Coppa del Mondo FIM rappresentano un programma sportivo davvero ambizioso per noi."

GALLERY FOTOGRAFICA - SAROLEA SP7 2014

GALLERY FOTOGRAFICA - SAROLEA SP7 2014

  • shares
  • Mail