WSBK, Silverstone: Checa vince anche gara2 e ipoteca il mondiale. Bel duello Melandri-Biaggi per il 3° posto.


Al semaforo scatta bene Laverty inseguito da Checa e Leon Camier, che con un guizzo passa subito lo spagnolo, mentre il suo compagno di squadra Max Biaggi, questa volta partito bene, scavalca Haga e si porta in sesta posizione, dietro Melandri e Hopkins. E' questo gruppetto il vero battistrada dei primi giri. Inizia la baattaglia tra il Corsaro e il ravennate con incroci di traettorie e controsorpassi: alla fine Max si mette davanti e si getta all'inseguimento di Hopper. Intanto Carlos Checa suona la carica e in un solo giro passa Camier e Laverty portandosi al comando.

Subito dietro, Leon Haslam supera prima Guintoli e poi un ottimo Fabrizio (costantemente sul passo dei primi di testa), staccando tutto il resto della compagnia. Checa pian piano se ne va (è l'unico a girare sotto il 2'07") mentre Biaggi perde terreno e si fa nuovamente raggiungere da Melandri. Con due clienti così, chi non può stare tranquillo è Camier: si preannunciano ultimi giri di fuoco per il terzo posto. Macho rompe gli indugi, passa l'inglese e guadagna metri preziosi.

Il Campione del Mondo incarica invece non riesce a passare il suo compagno, che interpreta al meglio la pista, non concedendogli spiragli. Ma il Corsaro è un osso duro, recupera e tenta l'inseguimento su Marco Melandri. I due sono vicinissimi, ma siamo ormai all'ultimo giro e non c'è più tempo per attaccare. Carlos Checa fa doppietta e allunga in classifica, mettendo una forte ipoteca sulla conquista del titolo. Anche il circus della SBK ora va in vacanza, ci rivediamo tutti il 4 settembre al Nurburgring.

1. Carlos Checa (Althea Racing) Ducati 1098R 38'03.361
2. Eugene Laverty (Yamaha World Superbike Team) Yamaha YZF R1 38'05.635
3. Marco Melandri (Yamaha World Superbike Team) Yamaha YZF R1 38'07.036
4. Max Biaggi (Aprilia Alitalia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 38'07.321
5. Leon Camier (Aprilia Alitalia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 38'07.766
6. Sylvain Guintoli (Team Effenbert-Liberty Racing) Ducati 1098R 38'14.319
7. John Hopkins (Samsung Crescent Racing) Suzuki GSX-R1000 38'14.748
8. Leon Haslam (BMW Motorrad Motorsport) BMW S1000 RR 38'14.857
9. Michel Fabrizio (Team Suzuki Alstare) Suzuki GSX-R1000 38'15.608
10. Ayrton Badovini (BMW Motorrad Italia SBK Team) BMW S1000 RR 38'23.066
11. Jakub Smrz (Team Effenbert-Liberty Racing) Ducati 1098R 38'23.114
12. Maxime Berger (Supersonic Racing Team) Ducati 1098R 38'24.943
13. James Toseland (BMW Motorrad Italia SBK Team) BMW S1000 RR 38'30.596
14. Mark Aitchison (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 38'34.063
15. Jon Kirkham (Samsung Crescent Racing) Suzuki GSX-R1000 38'45.940
16. Fabrizio Lai (Castrol Honda) Honda CBR1000RR 38'46.781
RT. Roberto Rolfo (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 36'54.601
RT. Troy Corser (BMW Motorrad Motorsport) BMW S1000 RR 26'05.082
RT. Alexander Lowes (Castrol Honda) Honda CBR1000RR 15'16.934
RT. Joan Lascorz (Kawasaki Racing Team) Kawasaki ZX-10R 12'48.104
RT. Noriyuki Haga (PATA Racing Team Aprilia) Aprilia RSV4 Factory 15'28.127

Vota l'articolo:
3.95 su 5.00 basato su 58 voti.  

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO