Wsbk, al Miller Checa (Ducati) subito in vetta. Ma le due Aprilia sono lì. Faticano Melandri e Haslam.


La prima giornata con i primi turni di libere e di qualifiche conferma le previsioni della vigilia con Carlos Checa (Ducati) splendido dominatore. Lo spagnolo, a suo agio anche sul tracciato umido per le due gocce di pioggia, è stato l’unico a scendere sotto il muro del ’49, con un tempo (1’48.260) impossibile per tutti gli altri.

Come nelle libere, sono le due Aprilia factory a dare la caccia alla Ducati in qualifica, e come nelle libere è Camier, (1’49.055) agguerritissimo, a precedere Biaggi (1’49.306) pronto a colpire. Chiude la prima fila virtuale Sykes (1’49.432). Quindi le due Aprilia nella morsa fra Ducati e Kawasaki. Seconda fila con Corser, Rea, Smrz, Laverty. Solo nono Fabrizio, dopo lo sprazzo delle libere. Buono Badovini decimo, che precede un fin troppo accorto Haga. In difficoltà Melandri, dodicesimo, sopra il muro del ’49 (1’50.136) e decisamente male Haslam, sedicesimo. Chiude Rolfo, 21esimo.

Undici piloti nel fazzoletto di un secondo: come dire, spettacolo assicurato. Davanti è già bagarre. Si aspetta il rietro di Melandri e Haslam. Ma la pioggia, quella vera, forse scombussolerà piani e pronostici.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: