WSBK: Michel Fabrizio vuole altri due podi a Miller

Michel Fabrizio a Monza

La carovana della Superbike è pronta a sbarcare negli Stati Uniti, più precisamente al Miller Motorsport Park, che figura per il quarto anno consecutivo come l'unico GP oltreoceano del mondiale. La pista di Salt Lake City è unica, e decisamente fuori dagli standard rispetto a quelle europee, a partire dalle performance che le moto riescono a raggiungere, decisamente inferiori a causa dell'altitudine.

Michel Fabrizio analizza il circuito a partire da questa caratteristica, che in passato ha dato qualche problema: "La prima volta che ho messo piede su questo tracciato, ho pensato che ci fosse qualcosa che non andava nella mia moto, mi sentivo davvero lento. Dopo abbiamo realizzato che tutti lo erano, perchè le performance del motore erano decisamente inferiori. Quest'anno ci adatteremo al meglio"

Reduce dal primo podio del 2011 con la Suzuki Alstare, Michel è gasato pronto ad attaccare nuovamente i primi tre posti, magari con un doppio risultato: "Il circuito è abbastanza tecnico, ci sono molte curve. Lo scorso anno non sono andato bene, ma quello prima feci secondo e terzo. E' una stagione difficile per me e il mio team sta lavorando molto duramente per essere competitivo.

Avevamo bisogno del podio di Monza. Se ci fossero stati due piloti in squadra saremmo potuti crescere più velocemente, ma purtroppo le cose non vanno così, e dobbiamo metterci sotto e dare del nostro meglio.Dopo l'ultima gara, penso che altri podi siano possibili, sarebbe bellissimo conquistarne uno... o magari due, al prossimo round americano". Il discorso di Michel è ottimista ma la situazione della squadra è quello che è. Francis Batta ha sfiorato il titolo lo scorso anno, ma un 2011 senza alcun appoggio dalla Suzuki sta facendo soffrire un team ed una moto potenzialmente al top.

Michel Fabrizio a Monza
Michel Fabrizio a Monza
Michel Fabrizio a Monza
Michel Fabrizio a Monza

  • shares
  • +1
  • Mail