MotoGp, Le Mans: Stoner in fuga da dominatore, penalità per il Sic. Rossi a podio.

Repsol Honda Le Mans

Finalmente dei bei lampi nella gara nella massima categoria, non riguardo al meteo, ma con Stoner che va a vincere in solitario e straccia ogni record sul giro. Solo nella prima parte il canguro è inseguito dal suo compagno di squadra Pedrosa, ma ben presto Casey impone un ritmo impressionante, sempre al di sotto dell 1'34. Importante terzo posto di Rossi che regala il secondo podio stagionale a Borgo Panigale in una gara che lascerà non pochi strascichi.

Le 4 Honda ufficiali, così come nelle prove, la fanno da padrone e mantengono le posizioni con Lorenzo che recupera e si inserisce nel mezzo con un sorpasso al limite su Dovizioso prima e Simoncelli poi. Ma il Sic sembra in gran forma, si riprende la posizione ai danni del Campione del Mondo, e va ad attacare Pedrosa che intanto ha perso la scia di Stoner.

Qui il patatrac: Simoncelli prende e passa Pedrosa che gli sta per rispondere ma l'italiano gli chiude la porta e Dani, obbligato a inchiodare per non centrarlo, cade rovinosamente: sospetta la rottura della clavicola per lui. Subito la Commissione di Gara interviene imponendo al pilota della San Carlo Gresini, la penalità del ride-trough.

A questo punto, scatta l'orgoglio dei nostri portacolori, Rossi e Dovizioso, che sentono l'odore del podio. Passano in men che non si dica Lorenzo (andrà lungo, sullo sporco, un giro pù tardi) ed iniziano a incrociare scie e traettorie. Il Dottore tenta un paio di attacchi e in alcuni punti sembra averne di più. Ma la Honda è più stabile e Dovi non ha problemi ad amministrare il minimo vantaggio, chiudendo 2° davanti al ducatista.

  • shares
  • Mail
111 commenti Aggiorna
Ordina: