MotoGP: nuovo pneumatico Bridgestone asimmetrico per il GP di Le Mans


Il GP di Francia è alle porte, e Bridgestone presenta un nuovo pneumatico posteriore asimmetrico per Le Mans. Il giro completo del circuito Bugatti presenta nove curve a destra e solo quattro a sinistra, questo ha indotto i tecnici a sviluppare una gomma con mescola morbida sul lato destro ed extra morbida dal lato opposto, con un range operativo più ampio a seconda della temperatura atmosferica e della pista.

La soluzione asimmetrica è stata studiata unicamente per la mescola morbida, poichè difficilmente - con le temperature previste - verrà utilizzata la gomma dura anche in gara. La scelta di un range di temperatura più ampio sul lato sinistro arriva per la difficoltà di mantenere la temperatura costante, a causa delle poche curve che scaldano e sfreddano lo pneumatico più volte durante un giro.

Come alternativa ci saranno le mescole medie sia per anteriore che per posteriore e per le rain. Le mans è uno dei tracciati dove le gomme vengono sollecitate meno e in modo più prevedibile, e l'unico dubbio rimane legato alla condizione atmosferica. Nel 2010 abbiamo visto una gara asciutta con temperature non troppo elevate, mentre gli anni precedenti è corso sotto il diluvio svariate volte.

Hiroshi Yamada, Responsabile Bridgestone Motorsport: “Il Gran Premio di Francia è un appuntamento molto popolare per gli appassionati di MotoGP ed è una gara molto importante per Bridgestone e per le nostre filiali locali. Sono soddisfatto dello sviluppo nel corso dell’inverno della nuova mescola che utilizzeremo per la prima volta a Le Mans. Questo dimostra il nostro continuo impegno per sviluppare costantemente e nel miglior modo possibile i pneumatici per il Campionato di MotoGP in termini di performance e sicurezza, seguendo le indicazioni dei piloti”.

Hirohide Hamashima, Assistente del Responsabile Sviluppo Bridgestone Motorsport: “Il circuito di Le Mans è un circuito scivoloso e presenta alcune curve lente, quindi il carico sui pneumatici in curva sarà inferiore. A causa delle basse temperature è richiesto da parte dei piloti l’utilizzo della mescola più morbida per generare maggior grip. Lo scorso inverno abbiamo sviluppato una mescola morbida completamente nuova per il pneumatico asimmetrico posteriore. E’ progettata per funzionare al meglio quando le temperature sono più fredde per garantire ai piloti un miglior feeling nelle fasi iniziali di utilizzo. Anche se i carichi laterali sono relativamente bassi, è fondamentale avere una buona stabilità in frenata, specialmente nelle curve tre e nove alla fine dei due rettilinei"

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: