WSBK: Jonathan Rea a caccia del podio a Monza. Ruben Xaus in cerca del primo risultato


Siamo arrivati finalmente al weekend di Monza, il più atteso dal pubblico italiano, ma una tappa importante anche per alcuni team, come il Castrol Honda, che su un circuito veloce come quello brianzolo cercherà di portare nuovamente la CBR sul gradino più alto del podio. Jonathan Rea e Ruben Xaus non hanno passato un ottimo weekend qui nel 2010.

L'inglese ha collezionato un pessimo "doppio zero" cadendo alla parabolica in Gara1 (perdendo letteralmente la moto, una delle scene più esilaranti dello scorso campionato) e una caduta plurima alla prima variante, che ha coinvolto anche il suo compagno spagnolo. Se non fosse per questi inconvenienti, avremmo assistito ad una bella gara di Rea, partito dalla prima fila e subito nel gruppo di testa.

Ma il 2011 è un'altro anno. La Honda ha già dimostrato di poter puntare al risultato massimo, con la vittoria di Assen due settimane fa, e c'è da sperare solamente nella costanza del pilota di punta, e ovviamente nella tenuta dell'anteriore all'infingarda parabolica. Johnny la vede così: "Sono pronto per Monza, adoro correre in Italia, dove il pubblico è molto caloroso e il cibo è speciale. Non sono andato bene lo scorso anno con una caduta che è diventata un classico di Youtube."

Superbike 2011 - Assen
Superbike 2011 - Assen
Superbike 2011 - Assen
Superbike 2011 - Assen

"Gara2 è finita prima che potesse cominciare davvero, ma abbiamo molte indicazioni positive dallo scorso anno. Eravamo nella top3 in tutte le sessioni e siamo partiti in prima fila, perciò su questa pista la moto si comporta bene. Non ero il più veloce in assoluto ma tutto funzionava bene. Abbiamo fatto una buona prestazione ad Assen nel precedente round perciò speriamo di continuare con questi podi il più a lungo possibile."

Ruben Xaus: "Italia è casa per me. Ho tanti amici e sponsor che mi hanno aiutato nella carriera per molti anni, quindi adoro venire a Monza. tutto Stava andando bene per me la scorsa gara, a parte l'aver fatto un crash con Johnny all'inizio di gara2 per colpa di un'altro pilota. Spero di fare passi in avanti perchè abbiamo avuto modo di provare qualcosa nella gara di Assen, e ho bisogno di guidare la moto alla massima performance. In alcuni settori ero veloce come i piloti in testa, e ho bisogno di questo a Monza. Il team sta lavorando duro per me e sarà importante continuare a farlo. Accelerazione in uscita di curva e velocità massima in rettilineo sono le cose più importanti questo weekend."

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: