MotoGP: il team Ducati Pramac spera nella pioggia

Loris Capirossi MotoGP 2011

Estoril, il ritorno in pista del motomondiale dopo un mesetto di vacanza, e si ricomincia con il lavoro duro sia per i team ufficiali che per i satellite. Se nel primo caso si cercano nuove soluzioni per la vetta della classifica, nel secondo ci si deve arrangiare a mettere a punto e sviluppare la moto con il materiale che il reparto corse ufficiale fornisce, come accade anche a Ducati Pramac, ancora avara di buoni risultati nonostante i due piloti di prima categoria.

Loris Capirossi è fiducioso come al solito, anche se la sfortuna l'ha sempre assistito lungo la sua carriera sul circuito portoghese, dove ha conquistato un solo podio. Diverso il palmares per il depilatissimo Randy De Puniet, che ha collezionato tre podi, ed è ansioso di riproporsi nelle posizioni alte della classifica. Potrebbe essere la volta buona per lui, come per il team, che quest'anno arranca, come del resto tutte le Ducati in pista. I tre giorni di pioggia previsti, inoltre, saranno l'incognita che porterà alla pari le performance di quasi tutti i piloti, e potrebbe rivelarsi un vantaggio.

Loris Capirossi: "Estoril mi piace, anche se non ho mai fatto grandi risultati. In queste settimane mi sono allenato due volte al giorno, sono al 90% della mia condizione fisica. Correre sotto l'acqua non sarà facile, ma la moto paradossalmente va meglio sul bagnato. Sono fiducioso, riusciremo a cancellare le prime due sfortunate uscite."

Randy de Puniet: "C'è tanta voglia di ricominciare. Fisicamente sto bene, e spero che la moto sia pronta per l'Estoril. So che la Ducati può regalarci tante soddisfazioni se lavoriamo bene. Non rimane che dimostrarlo in questi giorni. Il tempo? Forse piove, per me è indifferente."

  • shares
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: