MotoGP: Jorge Lorenzo, "l'Estoril è il mio talismano"

MotoGP 2011 - Jerez

Son finite le vacanze, e la MotoGP è pronta per rituffarsi nell profondo della stagione 2011. All'Estoril ci sarà un bel po' di movimento ma Jorge Lorenzo esordirà venerdì già in cima alla lista degli allibratori. 3 vittorie su questa pista negli ultimi 3 anni (tutti in MotoGP), 22 gare consecutive dentro la Top4 e primo posto in classifica provvisoria nel campionato in corso.

Il riposizionamento del GP del Portogallo cambia leggermente gli obbiettivi rispetto alla scorsa sagione, quando Jorge vinse già con la corona in testa, sul finire della stagione: “Questa settimana saremo in Portogallo, un Paese al quale mi legano ricordi bellissimi! Ad Estoril ho ottenuto la mia prima vittoria in MotoGP nel 2008 e poi mi sono ripetuto anche nelle due stagioni successive.

Questa pista rappresenta il mio talismano e “l’astronauta” ci torna sempre volentieri! Mi sono allenato duramente per un mese intero e spero che questo mi aiuti ad essere in perfetta forma per questa gara. Siamo in testa alla classifica, è vero, ma è anche vero che siamo solo all’inizio del campionato. Dopo la gara ci fermeremo a Estoril per una giornata di test e potremo provare un bel po’ di cose per il set-up futuro della mia M1.”

MotoGP 2011 - Jerez
MotoGP 2011 - Jerez
MotoGP 2011 - Jerez
MotoGP 2011 - Jerez
MotoGP 2011 - Jerez
MotoGP 2011 - Jerez
MotoGP 2011 - Jerez
MotoGP 2011 - Jerez

Dall'altra parte del muro, c'è Ben Spies, che dopo aver passato quattro settimane in Texas fra riposo e preparazione cercherà il risultato su un circuito davvero poco conosciuto. Lo scorso anno non riuscì a presentarsi al via a causa di una caduta durante il giro di ricognizione che gli provocò una grave slogatura alla caviglia sinistra. Questo problema non gli ha tolto la corona di miglior esordiente del 2010, e quest'anno è uno dei più temibili outsider:

“Anche se ho avuto l'opportunità di tornare a casa in Texas e rilassarmi, questa pausa è stata sin troppo lunga per me. A Jerez la squadra aveva lavorato veramente bene e mi aveva consegnato una moto perfetta, così competitiva che siamo arrivati a due passi dal podio... L’anno scorso qui a Estoril partii bene ma non riuscii a prendere parte alla gara. Ora non vedo l’ora che sia venerdì per iniziare le prove e vedere cosa riusciremo a fare quest’anno.”

  • shares
  • Mail
19 commenti Aggiorna
Ordina: