Amarok PI: un nuovo progetto elettrico per il TTXGP

Amarok PI

Il motto di questa azienda canadese è: "Non combattere la fisica, giocaci". E pare che queste parole siano state prese sul serio dalla Amarok, con il progeto PI assembla una moto elettrica per il TTXGP dallo stile giocattoloso ma con tutte le carte in regola per sfondare nelle competizioni internazionali. Il focus degli ingegneri si è concentrato soprattutto sul contenimento dei pesi, ma anche la ciclistica merita qualche nota.

Il principio di costruzione va in controtendenza rispetto agli ultimi ritrovati del settore: "La PI sostituisce a materiali esotici e ricerca della potenza una linea semplice ed un approccio minimale. Noi crediamo che il design derivi da soluzioni semplici. Minore è la tecnologia impegnata e più facile sarà raggiungere l'obbiettivo della performance, riducendo costi e peso"

Con un telaio in traliccio di tubi che ingloba le batterie, e supporta il cannotto di sterzo e la forcella a parallelogramma, anch'essa composta di tubi, la PI è qualcosa di realmente semplice, compreso il forcellone posteriore scatolato nella più classica delle forme. Le sovrastrutture sono a loro volta ispirate dall'aria e non dalla moda, con un monoscocca e una sella alta proprio in corrispondenza del motore elettrico.

Amarok PI
Amarok PI
Amarok PI
Amarok PI
Amarok PI
Amarok PI
Amarok PI
Amarok PI

Le performance dichiarate parlano di batterie da 7.5kWh, una potenza d'uscita di 75CV e un peso di appena 148kg, per una velocità massima superiore ai 200km/h. Nella bilancia del rapporto peso/potenza ci avviciniamo alle bicilindriche di media cilindrata del nostro mercato, ma l'impostazione racing e l'esuberante coppia del motore elettrico rendono questa piccola bestia molto interessante. Ne seguiremo gli sviluppi.

Amarok PI
Amarok PI
Amarok PI

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: