MotoGP: Guareschi e Battaini testeranno un nuovo telaio ed una nuova elettronica per la GP11 al Mugello


L'Estoril si avvicina, e oltre che essere una importante tappa del campionato 2011, è anche la prima occasione dell'anno per svolgere qualche test con i piloti impegnati nel mondiale. Il lunedì seguente, infatti, ci sarà una sessione ufficiale dove si potranno sviluppare nuove soluzioni per la stagione in corso, ma in Ducati hanno deciso di portarsi avanti, e di provare già questa settimana le novità, al Mugello.

Il manager tuttofare Vitto Guareschi e il tester Franco Battaini proveranno sul circuito toscano un nuovo telaio ed una nuova elettronica per la GP11. Difficilmente si riuscirà a mettere a punto il nuovo layout per il weekend: "Abbiamo una nuova elettronica da usare già all’Estoril — commenta Vitto alla Gazzetta dello Sport - E poi c’è il telaio ma anche se dovesse andare molto bene al Mugello non credo che lo useremo nel weekend, ci vorrebbero tre turni per metterlo a posto e rischieremmo qualifica e gara".

Di conseguenza ci sarà la possibilità per Valentino e Nicky di testarlo il lunedì seguente alla gara. Ancora nulla è stato comunicato riguardo le caratteristiche del nuovo elemento, ma sarà probabilmente qualcosa di inedito. Inoltre, al Mugello, girerà ancora la Desmosedici GP12, con il 1000 in fase di test, che ha convinto Valentino e Nicky a Jerez, ed esalta Guareschi che vede una moto vincente dietro la cilindrata a tre zeri.

"Non dirò con che tempi abbiamo girato a Jerez, ma siamo tornati a casa contenti. La cosa fondamentale da verificare era il motore, la ciclistica è molto più veloce da modificare e, tempi a parte, Vale, Nicky, Battaini e io abbiamo fatto oltre 1.000 chilometri senza problemi. Per il mio stile il motore 1000 è più piacevole, si ritrovano le sensazioni del vecchio "pompone".

Anche se l’elettronica c’è ed è pure evoluta rispetto alla 800, è meno invasiva: c’è tanta coppia e puoi usarla meno. La vera scommessa sarà gestire i 21 litri di benzina. Ma per questo progetto siamo in grande anticipo: Occorrerà fare 8-9 mila km per essere pronti al prossimo Mondiale ma credo che gli 8 giorni di test con i piloti ufficiali basteranno per fare lo sviluppo al meglio". Conclude il manager.

  • shares
  • Mail
54 commenti Aggiorna
Ordina: