M1nsk Upa-Upa 500E: uno scooter elettrico 'a pedali'

La casa bielorussa presenta un nuovo mini-scooter per la mobilità a corte raggio con 50 km di autonomia. E se non fossero sufficienti, basta qualche pedalata..

M1nsk Upa-Upa 500E

M1nsk presenta il nuovo mini-scooter Upa-Upa 500E, un piccolo due ruote dal peso di soli 55 kg e spinto da un motore da 500 W abbinato a una batteria Li-ion 48V (che da sola pesa 10 kg). Per la sua nuova creatura, la casa bielorussa dichiara un'autonomia di circa 50 km, ma per alleviare la sforzo del motore e allungarne il raggio di percorrenza è sempre possibile aiutarsi con qualche salubre pedalata, fungendo così da range extender umano.

La batteria estraibile è posizionata sotto la sella e può essere ricaricata in circa 4 ore da una normale presa di corrente domestica, il che suona molto meno 'impegnativo' nel confronto con altri modelli 'zero emission'. Ciò naturalmente non toglie la possibilità di dotarsi di una batterie 'di riserva' con cui rimpiazzare direttamente 'sul posto' quella bisognosa di ricarica, operazione che tra l'altro richiede solo qualche minuto. La strumentazione è inevitabilmente molto 'basica', con gli indicatori analogici di velocità e livello-carica della batteria e le spie per gli indicatori di direzione e le luci.

Nonostante il telaio a doppia culla in acciaio faccia bella mostra di se, il M1nsk Upa-Upa 500E è talmente minuto e 'amichevole' nel design da sembrare in un cert senso 'fragile', quasi bastasse un colpo di vento a portarselo via. Anche la definizione 'mini-scooter' è forse un po' troppo 'larga' per questo Upa-Upa 500E: 'eBike' sarebbe forse più calzante in questo caso.

Essendo così piccolo, l'unico spazio di carico disponibile rimane quella specie di 'scatolino' piazzato giusto sotto il faro anteriore (che rende l'utilizzo dello zaino quasi 'obbligatorio'). Il modello è al momento disponibile solo in Bielorussia - in 6 diverse ed inoffensive colorazioni 'pastello' - per l'equivalente di circa 1.600 €: un prezzo tutto sommato piuttosto allettante, ed il suo costo al km - almeno intuitivamente - dovrebbe essere uno dei più bassi sulla terra.

  • shares
  • +1
  • Mail