Superbike, Phillip Island: Sykes e Laverty i più veloci nei test australiani [FOTO]

Tom Sykes e Eugene Laverty velocissimi nei due giorni di Test Superbike di Phillip Island. Domenica il primo round del Mondiale SBK

Test WSBK Phillip Island 2014 - Day 2


Eugene Laverty (Voltcom Crescent Suzuki) già il pilota più veloce nella prima giornata di test che si è svolta ieri sul tracciato australiano di Phillip Island, si è confermato anche nella sessione odierna ed ultima prima del Gran Premio d'Australia che andrà in scena il prossimo weekend, primo round del Campionato Mondiale Superbike 2014. Il pilota irlandese, velocissimo con la Suzuki, non è però stato il più veloce della due giorni.

Nella classifica 'combinata' è stato infatti il Campione del Mondo in carica Tom Sykes (Kawasaki Racing Team) il più veloce di tutti e capace di sfiorare il record della pista (1'30.239, a cinque millesimi dal giro record di Checa). Per il numero 1 non si è trattato di un test senza incidenti con la ZX-10R fermata da un problema tecnico sul finire di sessione in ingresso alla curva 1.

Eugene Laverty si è dovuto accontentare quindi della seconda posizione davanti al compagno di squadra Alex Lowes con la seconda Suzuki GSX-R 1000. Il ventitreenne di Lincolnshire, dopo due giorni di apprendistato sulla pista australiana, è riuscito a migliorare il suo crono personale di oltre un secondo. A seguire Marco Melandri (Aprilia Racing Team), Davide Giugliano (Ducati Superbike Team) e Loris Baz (Kawasaki Racing Team) autore di due cadute. Brutte cadute per Luca Scassa (sospetta frattura del bacino e debutto 2014 rinviato) e del portacolori del team MRS Kawasaki Jeremy Guarnoni (possibile frattura alla clavicola sinistra).

Sylvain Guintoli (Aprilia Racing Team) è sembrato in buone condizioni fisiche ed ha chiuso con il settimo tempo. Ottavo e nono tempo per la coppia Pata Honda, Leon Haslam e Jonathan Rea infatti hanno chiuso la sessione a mezzo secondo dal miglior tempo del campione del mondo con la Kawasaki. Decimo tempo per la Ducati 1199 Panigale SBK di Chaz Davies che ha preceduto la Ducati 1199 Panigale EVO del Team Althea Racing affidata a Niccolò Canepa (Althea Racing).

Michel Fabrizio (Iron Brain Kawasaki SBK), autote ieri di una brutta caduta, è rimasto a riposo precauzionale malgrado gli esami non abbiamo riscontrato nessun problema serio. Chi invece si è procurato una microfrattura al bacino è Sylvain Barrier (BMW Motorrad Italia Superbike Team e Campione in carica della Superstock 1000 FIM Cup) che difficilmente sarà al via domenica.

Test WSBK Phillip Island 17-18 Febbraio - Classifica combinata
1. Sykes (Kawasaki) 1'30.239
2. Laverty (Suzuki) 1'30.513
3. Lowes (Suzuki) 1'30.528
4. Melandri (Aprilia) 1'30.579
5. Giugliano (Ducati) 1'30.644
6. Baz (Kawasaki) 1'30.757
7. Guintoli (Aprilia) 1'30.766
8. Haslam (Honda) 1'30.798
9. Rea (Honda) 1'30.813
10. Davies (Ducati) 1'31.087
11. Canepa (Ducati) 1'31.373
12. Elias (Aprilia) 1'31.441
13. Salom (Kawasaki) 1'32.008
14. Foret (Kawasaki) 1'32.780
15. Corti (MV Agusta) 1'32.858
16. Morais (Kawasaki) 1'32.895
17. Guarnoni (Kawasaki) 1'32.897
18. Barrier (BMW) 1'32.997
19. Andreozzi (Kawasaki) 1'33.205
20. Scassa (Kawasaki) 1'33.960
21. Fabrizio (Kawasaki) 1'34.314
22. Toth (BMW) 1'34.750
23. May (EBR) 1'34.807
24. Yates (EBR) 1'36.662
25. Sebestyen (BMW) 1'42.242

Commenti dei piloti


Test WSBK Phillip Island 2014 - Day 2

Davide Giugliano (Ducati Superbike Team)

“Sono contento dei risultati ottenuti. Stiamo lavorando tanto sul set-up della mia moto, sul mio feeling e tutto quello che abbiamo fatto fino ad ora ha portato dei buoni risultati. Siamo stati abbastanza veloci e nell’ultima sessione abbiamo provato un long-run che ci ha fornito dati importanti. Vediamo di continuare a lavorare nella stessa direzione perché quello che conta è fare una buona prestazione in gara, non solo durante i test. Ducati ha portato qui molte piccole cose, che sommate hanno fatto la differenza e quindi la moto sta migliorando step by step e questo mi rende veramente felice.”



Chaz Davies

(Ducati Superbike Team)

“Direi che stiamo lavorando bene, e procediamo nella direzione giusta. Durante le sessioni abbiamo testato qualche nuova strategia per quanto riguarda l’elettronica ed un paio di nuovi componenti riguardanti lo sviluppo del motore e sembra che tutto stia funzionando bene. Ci sono delle aree in cui vorrei migliorare ancora ma abbiamo ancora tempo di farlo durante le prove di venerdì e sabato. I tempi sul giro di tutti i piloti sono sempre stati molto vicini durante i test e quindi mi aspetto due gare molto combattute questa domenica.”

Tom Sykes (Kawasaki Racing Team):

“Sono soddisfatto di questi due giorni di test a Phillip Island. Abbiamo messo a referto parecchi giri per completare il programma di test e per questo motivo il miglior tempo rappresenta sicuramente un buon risultato. Phillip Island non è mai stata la nostra pista preferita, quindi essere a questi livelli già adesso è molto positivo. Ora un paio di giorni di relax e poi ci concentreremo esclusivamente sulle performance, a partire da venerdì”.

Marco Melandri: (Aprilia Racing):

“Finalmente siamo riusciti a girare con un meteo favorevole! Sono contento perché abbiamo portato a termine il programma previsto, ricavando molte informazioni dalle prove effettuate. Ora dobbiamo solo comporre il puzzle, per trovare una buona base di partenza in vista del weekend. Credo di avere un buon passo di gara, ci sono ancora alcuni punti della pista che ci mettono in difficoltà ma sono convinto che possiamo migliorare ancora. Devo concentrarmi sul giro secco in qualifica, perché sarà molto importante riuscire a partire almeno dalle prime due file. Di sicuro non vedo l’ora di tornare finalmente a fare sul serio”.

Sylvain Guintoli (Aprilia Racing):

“La cosa più importante è che mi sento fisicamente molto meglio. Anche i precedenti test di Jerez erano andati bene, ma dopo la scivolata e quando sono tornato a casa la spalla aveva sofferto per qualche giorno. Qui invece ho girato tanto nei due giorni, svolgendo tutti i test che avevamo in previsione e facendo segnare anche buoni tempi. Al pomeriggio, in condizioni simili a quelle che probabilmente troveremo in gara, la mia RSV4 si è comportata molto bene sia per quanto riguarda il setting generale che nella gestione dell’usura delle gomme. Sono fiducioso, come l’anno scorso mi sento pronto a combattere”.

Niccolò Canepa (Althea Racing - SBK EVO):

“Anche oggi è andato tutto per il meglio. Mi sono migliorato ancora e mi sono
confermato il più veloce dei piloti Evo, ma soprattutto abbiamo potuto provare molte soluzioni diverse,
che ci hanno fornito dati che ci saranno utilissimi sia nel prossimo weekend di gare, che nel corso della stagione. Ho fatto segnare il mio miglior crono del pomeriggio con una gomma che aveva fatto oltre venti giri e questo mi fa ben sperare per le gare di domenica. Stiamo lavorando bene e riduciamo
costantemente il gap che ci separa dai piloti più veloci. Abbiamo trovato una buona messa a punto e
quindi sono ottimista per le prime due manche della stagione. Voglio ringraziare la mia squadra che ha
fatto un lavoro eccezionale”.

  • shares
  • +1
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: