Il team Repsol Honda arriva a Jerez in gran forma

fp3 repsol honda

Questo fine settimana il team Repsol Honda affronta il secondo appuntamento del Campionato Mondiale MotoGP 2011, puntando a bissare l’ottimo inizio del GP del Qatar. I tre piloti ufficiali, rispettivamente primo, terzo e quarto a Losail, sono motivati dal cambio di palcoscenico: dai riflettori che illuminavano la pista nelle fredde notti del deserto del Qatar, al sole primaverile di Jerez, prima tappa europea del Circus. Prima di raggiungere Jerez, i tre alfieri Honda si sono fermati a Puertollano (città europea dello sport 2011) ed hanno visitato l’impianto di raffineria del title sponsor Repsol, ed il comune, dove per l'occasione è stata allestita una mostra fotografica di tutte le moto da corsa marchiate della compagnia petrolifera iberica.

Casey Stoner arriva a Jerez in testa al Mondiale e punta a migliorare le sue sensazioni su questo circuito dove è salito sul terzo gradino del podio nel 2009. Stoner è determinato a lottare per le primissime posizioni con la sua Honda RC212V. Anche Dani Pedrosa è molto motivato a far bene. Da quando è in MotoGP, lo spagnolo è sempre salito sul podio a Jerez, con una vittoria nel 2008 e quattro secondi posti (2006, 2007, 2009 e 2010). Lo scorso anno Dani ha firmato inoltre il nuovo record della pista. Pedrosa cercherà di impedire che i problemi alla spalla possano allontantanarlo dalla lotta per le prime posizioni. Andrea Dovizioso, quarto in Qatar dopo la bella battaglia con Marco Simoncelli, punta a migliorare il suo terzo posto ottenuto su questo tracciato nel 2006 e 2007 nella quarto di litro.

Casey Stoner -Sono rimasto sorpreso dalle dimensioni del complesso di Puertollano. Non immaginavo che una raffineria potesse essere così impressionante . È stata una bella esperienza prima del secondo GP della stagione. Negli ultimi anni non ho fatto dei buoni risultati su questo tracciato. Veloce nelle prove, spesso in gara non sono riuscito a concretizzare. Dopo il buon inizio di campionato in Qatar, abbiamo l’opportunità di ripeterci con un week end positivo. La stagione è appena iniziata e abbiamo molto lavoro da fare”.

Dani Pedrosa -Questa è la seconda volta che visito Puertollano ed è molto interessante vedere come vengono prodotti i carburanti, i lubrificanti e le plastiche che utilizziamo nei circuiti e fuori, nella vita di tutti i giorni. Per quanto riguarda questo week end, Jerez è sempre una gara molto speciale. Il supporto dei fans è incredibile: una motivazione extra che ti spinge ad andare più forte. Mi piace il circuito e ho sempre fatto buoni risultati qui, sebbene la scorsa stagione un problema tecnico mi ha impedito di conquistare la vittoria. Dobbiamo lavorare concentrati fin dall’inizio sull’assetto della moto e la scelta delle gomme, così vedremo qual è il nostro livello. Questa settimana mi sono sottoposto a delle visite mediche per la spalla e domani riceveremo il responso dei medici e le eventuali terapie da seguire”.

Andrea Dovizioso -E’ stato interessante conoscere Puertollano. Solo gli esperti che lavorano qui sono in grado di spiegare in dettaglio come si producono i diversi tipi di carburante e quali materiali si utilizzano per fare l’asfalto, questioni tecniche alle quali non avevo mai pensato prima. Stasera andremo a Jerez, ci aspetta un week end di gara che affrontiamo motivati, soprattutto considerate le ottime prestazioni del pacchetto che abbiamo questa stagione. Jerez non è un circuito facile per me, ma conto di fare un buon lavoro con il team a partire da venerdì quando scenderemo in pista”.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: