Caro Benzina: martedì il governo vaglierà la proposta sul taglio delle accise

Torniamo volentieri sull'argomento intrapreso qualche giorno fa, la proposta sul taglio delle accise del carburante per quanto riguarda il nostro stato. Domani il Governo intratterrà un dibattito con petrolieri, associazioni dei consumatori e gestori sul prezzo della benzina, in cerca di una soluzione condivisa. Il Ministro dello Sviluppo Economico Paolo Romani ancora non si è lasciato andare a dichiarazioni, ma le accise saranno fra gli argomenti chiave del confronto.

Sabato pomeriggio è cominciato l'attacco delle forze alleate alla Libia, questo ha fatto schizzare il prezzo del barile di petrolio a 117$. Le borse mondiali sono fortemente sbilanciate da un positivo rialzo delle quote europee (in volata grazie alla guerra appena scoppiata) e dal Nikkei che crolla sempre più inesorabilmente, facendo segnare un -10% sul listino europeo.

Con questa situazione instabile, si prevedono ulteriori aumenti del prezzo alla pompa, e urge un intervento per evitare prezzi medi superiori a 1,60€ sulla benzina e 1,50 sul gasolio. L'annullamento dell'accisa sembra il più semplice e pratico degli interventi per abbassare il costo del singolo litro di almeno 30 centesimi.

Raffaele Bonanni, segretario generale della Cisl: "Chiediamo al Governo di bloccare le accise perche' lo Stato non puo' prendersi i soldi solo perche' il barile aumenta. Il Governo aveva detto che sopra i 70 usd al barile avrebbe congelato le accise. Le famiglie pagheranno prezzi altissimi per i loro servizi. Con il rialzo del prezzo del petrolio l'inflazione erodera' pensioni e stipendi". Attendiamo sviluppi.

  • shares
  • Mail
20 commenti Aggiorna
Ordina: