Noriyuki Haga sullo Tsunami: "Una tragedia indescrivibile. La mia famiglia e i miei amici sono salvi"

Superbike 2011 - Phillip Island - Gare

Il dramma che ha colpito un paese, che ha piegato la schiena ad un popolo più volte capace di rialzarsi. Noriyuki Haga commenta quei momenti terrificanti, i ricordi dei momenti trascorsi nelle zone distrutte dallo tsunami. "Dopo il primo round del Mondiale Superbike a Phillip Island sono tornato a casa dalla mia famiglia, a Nagoya, in Giappone, la mia città natale e ora sto cercando di rientrare in Europa per il secondo round di Donington Park, che si terrà tra pochi giorni." - ha dichiarato il Samurai Brianzolo.

"Innanzi tutto, vorrei ringraziare di cuore tutti quelli che mi hanno scritto e chiamato per avere notizie dei miei parenti ed amici in Giappone: non potete immaginare quanto sia importante per me la vostra partecipazione, grazie, grazie per essere stati tutti così cari. I miei, Yurie, Akito, Ryota e Kanon, stanno tutti bene e, fortunatamente, anche i nostri parenti che vivono nella zona più colpita sono salvi."

"Siamo tutti molto scioccati per quello che sta accadendo al nostro Paese. Terremoto, tsunami e ora la paura delle centrali nucleari. E' un incubo! E' tutto così drammaticamente triste, soprattutto la zona di Sendai. Io correvo lì, ho dei bei ricordi di quelle parti, ma ora è... incredibile. Casa mia è a posto, ha subito solo piccoli danni, le scosse di assestamento continuano, ma al momento non sono da temere quanto le precedenti.
"

Superbike 2011 - Phillip Island - Gare
Superbike 2011 - Phillip Island - Gare
Superbike 2011 - Phillip Island - Gare
Superbike 2011 - Phillip Island - Gare
Superbike 2011 - Phillip Island - Gare
Superbike 2011 - Phillip Island - Gare
Superbike 2011 - Phillip Island - Gare
Superbike 2011 - Phillip Island - Gare

Superbike 2011 - Phillip Island - Gare
Superbike 2011 - Phillip Island - Gare

Sono davvero dispiaciuto e voglio esprimere tutta la mia solidarietà a coloro che hanno perso la famiglia e gli amici in questa enorme tragedia e farò del mio meglio a Donington Park per dimostrare il nostro spirito di grande tenacia e determinazione: "Non mollare, Giappone, non mollare Tohoku!". In tutto questo, ho avuto la buona notizia che i nostri amici Yukio Kagayama e Katsuaki Fujiwara, insieme alle loro famiglie, stanno tutti bene.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: