MotoGP a Losail: Valentino Rossi, "Spalla ancora non al top ma combatteremo con i migliori. Un pensiero al Giappone"

MotoGP Test Qatar - Day 2

Prima tappa del mondiale MotoGP 2011, la stagione delle rivoluzioni. A Losail, pepe al campionato prototipi più seguito del globo: vedremo Valentino Rossi in sella alla Ducati Desmosedici GP11, Ben Spies in Yamaha Factory e Casey Stoner sulla RC212V del team Repsol Honda. Si comincia domani con le prove libere alle 18:00 per la classe 125cc, appuntamento alle 18:55 per la Moto2 e alle 19:55 per la MotoGP.

Dopo le terribili news provenienti dal Giappone, la Federazione Internazionale Ha annunciato che il Gran Premio di Motegi, originariamente previsto per il 24 aprile, è stato posticipato al 2 ottobre. Logo speciale in carena per Valentino Rossi e Nicky Hayden atto a celebrare il 150° anniversario dell'Unità d'Italia. La parola ai protagonisti a cominciare dal debuttante centauro pesare.

Valentino Rossi: “Per il primo turno di prove in Qatar partiremo con i “setting” che abbiamo provato l’ultimo giorno di test dato che, nonostante il nostro tempo finale, non erano male. Penso infatti che avrei potuto girare più forte se la forza nella spalla non mi avesse mollato quasi all’improvviso, ancora prima di provare le gomme morbide. Il fine settimana, con turni di 45 minuti e un’ora, dovrebbe essere più facile da quel punto di vista. Naturalmente non è solo una questione di spalla: se vogliamo fare una bella gara sappiamo che dobbiamo cercare di essere in forma ma anche trovare delle soluzioni per migliorare il nostro passo ed essere più veloci. In ogni caso l’esordio con la Ducati porterà tante motivazioni e sicuramente domenica sarà una grande emozione."

MotoGP Test Qatar - Day 2
MotoGP Test Qatar - Day 2
MotoGP Test Qatar - Day 2
MotoGP Test Qatar - Day 2

"Un saluto a tutti gli italiani che domani festeggiano il 150° anniversario dell’Unità d’Italia: sappiamo che siete in tanti a fare il tifo per noi e anche se forse domenica non saremo ancora al massimo comunque daremo tutto. Un pensiero particolare anche al Giappone che sta vivendo un momento molto difficile. Quello che è successo è spaventoso ma è un popolo molto forte e capace di reagire, siamo tutti con loro”.

“Finalmente è arrivato il momento di tornare in pista per la gara. Sicuramente non ci sarebbe dispiaciuto avere la possibilità di fare qualche test in più ma adesso ho voglia di cominciare la stagione. Qui in Qatar le prove sono spalmate su 3 giorni e questo ci da la possibilità di sperimentare più opzioni. Durante i due giorni di test in alcuni punti della pista ero molto veloce mentre, in un paio di curve lunghe, perdevo parecchio. Il nostro obiettivo è riuscire a migliorare il comportamento della moto proprio in quelle parti del tracciato."

"In ogni caso la classifica dei tempi è serrata, siamo in un gruppo di piloti molto vicini gli uni agli altri e questo è particolarmente eccitante. Mi piace che il livello della competizione sia così alto e credo che rimarrà così per tutta la stagione. Infine vorrei mandare un messaggio a tutti in Giappone per dire che il mondo è con loro in questo momento difficile. Ho lavorato con molte aziende giapponesi nel corso della mia carriera e ho tanti amici e tifosi in quel paese. Tenete duro, siete nei nostri pensieri”.

  • shares
  • Mail
57 commenti Aggiorna
Ordina: