MotoGP: posticipato il GP del Giappone, si correrà ad ottobre


La decisione più logica è stata presa. Come abbiamo anticipato, il GP del Giappone in programma originariamente il 24 aprile è stato spostato al prossimo 2 ottobre. Nei giorni scorsi un terribile terremoto ha colpito tutto il Giappone, e diversi tsunami si sono abbattuti sulle coste; due delle quattro case motociclistiche giapponese si sono trovate costrette ad interrompere la produzione.

Il circuito di Motegi ha subito danni marginali, ma data la situazione davvero critica nel paese (c'è anche il rischio nucleare che incombe) si è deciso di spostare la data della gara, ora schedulata per il 2 ottobre prossimo. La FIM/Dorna hanno preso questa decisione dopo un consulto con i responsabili del circuito, e inserendo l'evento giapponese nell'unico grande break stagionale, fra la gara di Motorland Aragon del 18 settembre e quella di Phillip Island, il 16 ottobre.

Carmelo Ezpeleta, negli scorsi giorni, ha avanzato immediatamente la proposta di spostare il Gran Premio, ovviamente per dare la possibilità al paese di riprendersi dal più grande terremoto nella storia del Sol Levante. Anche l'anno scorso la gara giapponese fu posticipata a causa della nube alzata dall'impronunciabile vulcano islandese, che ha bloccato il traffico aereo mondiale impedendo ai piloti e ai team di raggiungere il Giappone.

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: