Dichiarazione della FIM riguardo alla possibile omologazione Bimota

logo fim

A seguito della pubblicazione da parte del Team Alstare di un comunicato stampa che annunciava l’accordo tra Il Team belga e il Marchio italiano, con l’obiettivo di partecipare al Mondiale SBK, ed in risposta al dibattito che ne è scaturito sull’effettiva possibilità che Bimota ottenga l’omologazione necessaria, Dorna WSBK Organization vuole riportare qui la dichiarazione della FIM:

“Nuovi Costruttori intenzionati a partecipare ad uno o più Campionati Mondiali FIM sono i benvenuti. In riferimento al Campionato Mondiale FIM Superbike, dovranno senz’altro essere osservati i requisiti previsti dal regolamento (non ancora pubblicato nella edizione 2014 – n.d.r.).
Il numero minimo di unità prodotte per poter ottenere l’omologazione viene pertanto rivisto periodicamente e adattato alla linea di andamento del mercato.

A dimostrazione di questo, la FIM e la Superbike Commission in passato hanno apportato modifiche alla quantità di moto che devono essere prodotte, proprio per venire incontro alla situazione economica del mercato globale. Misure di questo genere sono state adottate nel 2009 e poi di nuovo nel 2012, quando la situazione delle vendite nel settore e l’area del motorsport hanno suscitato grande preoccupazione in quest’ambito.

E’ attualmente in corso una valutazione all’interno della Superbike Commission circa la possibilità di modificare nuovamente questi numeri ed adattarli alle esigenze attuali. Un comunicato ufficiale verrà divulgato entro la fine di questo mese.”

  • shares
  • Mail