Kawasaki J300 2014: il test di motoblog

Kawasaki J300. Debutto convincente. E' bello da guardare e da guidare; agile, sportivo e comodo. 4.730 o 5.130 Euro con ABS. L'abbiamo provato sulle strade del Portogallo, ecco la prova

TEST Kawasaki J300 2014

J300, il primo scooter Kawasaki. La casa di Akashi rompe gli indugi e si getta nella mischia della jungla urbana: un terreno infido che fino ad oggi aveva lasciato agli altri rimanendo tra i pochi produttori senza scooter a listino. Un ingresso studiato, una mossa intelligente e conveniente, coraggiosa e quasi doverosa al giorno d'oggi in cui il mercato, quello dei numeri veri, chiede mezzi per la mobilità urbana. E per il primo passo, Kawasaki, ha deciso di sfruttare tutto il know how di un partner come la Kymco, che conti alla mano in tema di scooter è seconda solo alla Honda.

Una scelta strategica ed economica, per essere pronti e competitivi il prima possibile. E a quanto abbiamo avuto modo di testare, il J300 è già maturo, pronto alla sfida. Nasce sulla piattaforma del Downtown 300, ma è stato rivisto e corretto secondo gli standard di Akashi. Non si tratta solo di design e carene, i tecnici Kawasaki hanno iniettato il loro DNA, creando uno scooter solido, sportivo e rifinito. Una risposta concreta ai dubbi e alle perplessità che hanno accompagnato il J300 fin dalle prime foto spia e indiscrezioni.

Disponibile nei colori Silver Metallizzato e Nero Metallizzato, o nella Special Edition Nero/Silver/Verde, è già in concessionaria in versione con e senza ABS. Fino al 15 febbraio Kawasaki offre 4 anni di garanzia e un bauletto da 39 litri in omaggio. A breve verranno organizzati test drive ed eventi di lancio. Intanto vi raccontiamo la nostra prova su strada in città e sulle statali nei dintorni di Portimao.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: