CIV 2014: Riccardo Rossi in Moto3 con Delta Racing

Il Team Delta Racing nel Campionato Italiano Velocità 2014 categoria Moto3 con Riccardo Rossi

Team Delta Racing CIV 2014

Delta Racing ha ufficializzato l'accordo con Riccardo Rossi per disputare il Campionato Italiano Velocità 2014 (CIV). Il giovane pilota marchigiano, già protagonista delle scorse stagioni nelle categorie minori, ha debuttato in Moto3 nel 2012 e punta ad essere un protagonista dell'italiano Moto3.

Il rientro di Riccardo Rossi, classe 1997, ha un sapore speciale: lo scorso anno il pilota marchigiano ha avuto un grave incidente mentre era in allenamento e l'infortunio che ne è seguito, lo ha costretto a ad un duro lavoro riabilitativo. Ma oggi, grazie all'aiuto della dottoressa San Giorgi del centro R.E.M. di Forlì, al preparatore atletico Mauro Iachini e a tutto lo staff del centro sportivo Wellness 2.0 di Ascoli Piceno, si può finalmente tornare a parlare di moto.

Il progetto sportivo che lega Rossi al team Delta Racing è proiettato ad un rapporto pluriennale, grazie al sostegno di nuovi importanti brand che hanno deciso di investire su di lui nel Campionato Italiano. Il commento del giovane pilota 16enne:

"Sono felicissimo di poter tornare alle corse, gli scorsi mesi ho temuto di dover rinunciare a tutto quello che ho sempre sognato ed è stato molto difficile. Poi con l'aiuto di tutti sono riuscito a venirne fuori e ora sono pronto a riprendere il cammino iniziato. Il CIV è un campionato durissimo e ho bisogno di tornare in moto prima possibile! Sono fiducioso perché potrò correre con una squadra con la quale ho già creato un bel rapporto mentre ero in convalescenza."

E' felice di averlo in squadra anche Alessandro Sabella, direttore sportivo del team:

"siamo felici di poter annunciare questo accordo che ha le basi per essere un sodalizio sportivo duraturo e dagli obiettivi ambiziosi. Nella vicenda difficile che ha coinvolto Riccardo, un evento negativo come un incidente è stato in qualche modo la spinta per creare le giuste condizioni e rendere possibile la realizzazione di un sogno. E questo grazie al contributo di molti sostenitori che credono in questo progetto. La motivazione è dunque altissima e non vediamo l'ora di iniziare i primi test."

  • shares
  • Mail