AMA Supercross, Anaheim: l'esordiente Roczen sbanca Los Angeles [Gallery]

Il pilota KTM ha vinto il primo round della stagione, battendo i campioni Ryan Dungey e Chad Reed. Le immagini.

AMA Supercross 2014 - Anaheim

E' finalmente iniziata la stagione 2014 dell'AMA Supercross e ieri sera all'Angel Stadium di Anaheim il rookie della KTM, Ken Roczen ha sbaragliato la concorrenza in 450, esordendo nella classe regina con una splendida vittoria. Il tedesco ha messo in riga il campione in carica, Ryan Dungey (KTM), secondo e il due volte iridato Chad Reed (Kawasaki), che ha conquistato il terzo gradino del podio davanti a Ryan Villopoto (Kawasaki).

La gara è partita subito con ritmi elevati e al giro 9 Villopoto, in lotta per la leadership, è caduto, scivolando in sesta posizione e consentendo a Roczen di andare via, inseguito da James Bubba Stewart, ma il pilota afroamericano è scivolato sui whoop e Roczen ha così potuto amministrare il vantaggio sul compagno di team Dungey e conquistare una storica vittoria.

Dopo la premiazione il ventenne di Apolda e vincitore del titolo in 250 nella West Coast, è apparso visibilmente emozionato:

"Non riesco a crederci, veramente. E' stata una grande gara, dove ho tenuto duro e non mi sono mai sentito stanco. Ho fatto una bella partenza poi ho mantenuto la concetrazione: il duro lavoro prima della stagione mi ha ripagato. Mi congratulo con il mio compagno di team Ryan, è stato bellissimo condividere il podio con lui."

Round 1 AMA Supercross - Anaheim - Classifica 450


1, Ken Roczen, German, KTM

2, Ryan Dungey, USA, KTM
3, Chad Reed, Kawasaki

4, Ryan Villopoto, Kawasaki
5, Justin Barcia, Honda
6, Justin Brayton, Yamaha
7, Joshua Grant, Yamaha

8, Broc Tickle, Suzuki
9, Andrew Short, KTM

10, Jacob Weimer, Kawasaki

Classifica 250 (West Coast)



1, Jason Anderson, USA, KTM

2, Cole Seely, Honda

3, Zach Osborne, Honda
4, Dean Wilson, Kawasaki
5, Cooper Webb, Yamaha

6, Justin Hill, Kawasaki

7, Darryn Durham, Kawasaki

8, Malcolm Stewart, Honda

9, Jessy Nelson, Honda
10, Austin Politelli, Yamaha

  • shares
  • Mail