Cyril Despres: "impossibile fare pronostici su questa Dakar"

E' iniziata l'edizione 2014 del più blasonato e impegnativo rally al mondo. Despres favorito "ma ci sono molti piloti fortissimi"

Dakar 2014 - Cyril Despres

174 moto, 40 quad, 147 auto e 70 camion: la "flotta" della Dakar 2014 si è messa in marcia da Rosario, Argentina, per coprire i circa 9000 chilometri che separano i concorrenti dal traguardo, Valparaiso in Cile, che verrà raggiunto il 18 gennaio, dopo aver attraversato le Ande, una "gita" in Bolivia e la landa desolata del deserto dell'Atacama.

Il favorito è sempre lui, il campionissimo Cyril Despres, che dopo aver abbandonato l'orange di KTM, si è presentato alla sua 14esima Dakar vestendo i colori Yamaha. Il francese sa che quest'anno sarà particolarmente dura e a contendergli la vittoria non ci sarà solo l'avversario di sempre, Marc Coma, ma anche lo squadrone Honda, con Paulo Goncalves galvanizzato dalla vittoria al Rally del Marocco.

Alla vigilia dello stage 1, con 809 chilometri da coprire tutti d'un fiato, Despres ha commentato:

"Siamo qui già da sei giorni, prima eravamo a Buenos Aires, dove ci siamo appoggiati a Yamaha Argentina. Abbiamo testato due volte le moto, caricato i camion, organizzato le auto con le tende e fatto circa 200 interviste! Ora siamo finalmente pronti a partire, ma naturalmente, con così tanti team ufficiali presenti, è difficile fare previsioni sul risultato finale. Personalmente, con 9209 chilometri da qui al traguardo, sono riluttante a fare previsioni quando mancano 15 giorni di gara. Quello che so è che come sempre darò il massimo e anche qualcosa in più"

  • shares
  • Mail