I Campioni si stringono attorno a Schumi

Il pluricampione tedesco della F1 versa in condizioni critiche dopo un incidente di sci. Nel suo passato anche un grande amore per le competizioni a due ruote.

Michael Schumacher motociclista

Le condizioni di Michael Schumacher rimangono critiche ma in seguito all'intervento di ieri sono stati registrati lievi miglioramenti. Nel frattempo anche il mondo delle due ruote si stringe attorno al pluricampione tedesco e sono innumerevoli gli attestati di affetto pubblicati in rete dai colleghi piloti.

In primis Valentino Rossi , amico di vecchia data del pluricampione:


Anche il neocampione della MotoGP Marc Marquez ha pubblicato un tweet di incoraggiamento:


Così come Max Biaggi, intimo del tedesco da molti anni (nell'immagine assieme a Schumi, Fisichella e Alesi dopo una partita di calcio):


Oltre a loro Marco Melandri, Dani Pedrosa, Fonsi Nieto, Nico Terol, Niccolo Antonelli, il connazionale Stefan Bradl e molti molti altri ancora.


Forza Schumi!


L'intero mondo sportivo è in fremente attesa di aggiornamenti sulle condizioni di Michael Schumacher, il Campionissimo della Formula 1 che per anni ha fatto sognare milioni di tifosi di tutto il mondo e riportato le Rosse di Maranello ai più alti vertici.

Sono innumerevoli gli attestati di affetto che il pilota tedesco sta ricevendo da ogni parte del pianeta e nella speranza che possa vincere questa battaglia abbiamo deciso di ricordare le sue tante imprese motociclistiche. Michael infatti è sempre stato un grande appassionato di due ruote (Harley-Davidson in primis) e negli anni ha partecipato a numerose competizioni, dalle gare di Endurance, come la 8 ore di Oschersleben nel 2008, al Campionato tedesco Superbike, anche se per i tifosi italiani rimarrà indimenticabile la sua giornata di test del 2007 in sella alla Ducati di Casey Stoner.

Era il 5 novembre e il giorno prima, a Valencia, Casey Stoner veniva incoronato Campione MotoGP in sella alla GP7 di Borgo Panigale. Schumi, invitato dalla Casa bolognese, non perse l'occasione di provare la 800cc del fenomeno australiano per ben 58 giri, facendo segnare un ottimo 1'37.89, 5 secondi più lento dell'allora record della pista ottenuto da Dani Pedrosa durante la gara. Sceso dalla Ducati, Schumi commentò:

"E' difficile arrivare e fare subito un buon tempo, ma ricordo che l'ultima volta ero a circa 15 secondi, quindi c'è già stato un bel miglioramento. Ma lo faccio solo per divertimento, non ho nessuna intenzione di correre. E' impossibile paragonare la F1 alla MotoGP, non hanno nulla a che fare l'uno con l'altra. In linea di principio sei avvantaggiato nel trovare le giuste traiettorie, ma sono due mondi differenti."

In quell'occasione il tedesco elogiò l'allora giovanissimo Stoner e ebbe come istruttore d'eccezione il grande Randy Mamola. Speriamo possa tornare presto in pista.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: