Cagiva Ala Azzurra 'Sputafuoco' by Venier Custom

Una radicale trasformazione di un 'classico' italiano ad opera del rinomato workshop trevigiano guidato da Stefano Venier.

Cagiva Ala Azzurra 'Sputafuoco' by Venier Custom

Osservando questa rivisitazione della Cagiva Ala Azzurra 350cc ad opera di Venier Custom Motorcycles si potrebbe rimanere un poco disorientati: di primo acchito, la radicale trasformazione del modello originale e la presenza di qualche logo Ducati (ad esempio sul motore) potrebbe infatti confondere gli astanti in merito all'origine di questa moto, ma alla luce della stretta relazione tra i due marchi negli anni '80 (anche prima dell'acquisto di Ducati da parte di Castiglioni) la cosa non dovrebbe sorprendere più di tanto: l'Ala Azzurra infatti - o 'Alazzurra', prodotta tra l'84 e l'86 - utilizzava proprio una base meccanica Ducati, quella della TL.

Pur essendo una trasformazione particolarmente 'risoluta', la 'Sputafuoco' (questo il nome scelto da Stefano Venier per la sua opera) mantiene comunque diversi elementi che la ricollegano al suo passato: il serbatoio ad esempio (con tappo 'custom' in alluminio) così come i pannelli laterali sono quelli di una Ducati Pantah TL, mentre il faro anteriore (con strumentazione integrata e montato su un supporto realizzato 'in-house') è un altro accessorio vintage preso da una Moto Guzzi Stornello, anche se si tratta di un modello che fu ampiamente utilizzato anche da Ducati.

I semimanubri provengono da una Benelli 354, mentre la sella (impreziosita dal tricolore) ed i parafanghi sono stati realizzati anch'essi 'in casa'. La sospensione anteriore è firmata da Marzocchi, mentre al posteriore è opera di Bitubo. I cerchi, riverniciati, sono quelli originali dell'Ala Azzurra, e sono accoppiati a un paio di pneumatici Dunlop.

Questo gioiello - che possiamo ammirare nelle foto di Donatello Trevisiol - verrà prodotto in sette esemplari con prezzo a partire da 9.000 €. Maggiori informazioni su questa elegante 'Sputafuoco' e su altre creazioni Venier sono reperibili tramite il sito web e la pagina facebook ufficiali dell'azienda.

  • shares
  • Mail