Scooter Ducati 2015: e se fosse così?

La Casa di Borgo Panigale finalmente pronta per lanciare un maxi.scooter? Ecco come potrebbe essere.

Sono ormai anni che si favoleggia di un maxi-scooter marchiato Ducati, ma fino ad ora la Casa bolognese è stata una delle rarissime aziende a non cadere nella tentazione di produrre uno "scooterone". Scelta giusta, onde mantenere integra la tradizione racing di Borgo Panigale? Sicuramente rispettabile e condivisibile, ma è doveroso ricordare che Yamaha e Honda, che a tradizione corsaiola non sono seconde a nessuno, hanno da anni lanciato sul mercato scooter di grande successo commerciale, come il TMAX o l'innovativa nuova versione dell'Honda Integra, senza scordare il nuovissimo Kawasaki J300, il primo scooter della casa di Akashi e il BMW C600 Sport.

A quanto pare a Borgo Panigale, visti anche i succitati esempi, non si usa più il condizionale parlando di scooter e già dal 2015 potremmo vedere nei concessionari di quello che potremmo temporaneamente battezzare l'Hyperscooter. Se il passo verrà fatto, la Casa bolognese darà sicuramente un'impronta marcatamente sportiva alla sua creatura, magari installando un bel cilindrico da 80 cavalli, come quello (riadattato) del Monster 696 e che lo porterebbe al top della categoria.

E' anche doveroso ricordare che per Ducati non si tratterebbe di una novità assoluta: nei gloriosi anni del boom economico, venne infatti lanciato il Cruiser 175. Presentato al Salone di Milano del '52 era il primo scooter italiano con motore 4 tempi, disegnato dall'ingegner Florio e realizzato in collaborazione con Ghia. Si tratta di un mezzo molto raro, che all'epoca non resse la concorrenza di Vespa e Lambretta e dopo soli due anni la produzione cessò. Ci auguriamo non sia di cattivo auspicio!

  • shares
  • Mail
16 commenti Aggiorna
Ordina: