Marquez: "Nessun veto sul possibile arrivo di Lorenzo"

Il giovane Campione del Mondo non avrebbe nulla in contrario a dividere il box con il suo avversario più agguerrito: "cercherei solo di imparare".

Jorge Lorenzo e Marc Marquez - Sorpassi 2013


Che Honda abbia posato gli occhi su Jorge Lorenzo non è una novità e il vicepresidente HRC Shuei Nakamato l'ha confermato in un'intervista giusto un mese fa. D'altra parte il majorquino ha velatamente dichiarato che la corte di un altro team non lo infastidisce, dal momento che il suo legame con Yamaha è molto profondo, ma ancor più profonda è la voglia di avere la moto più competitiva sul mercato.

Nessuno aveva ancora interpellato gli altri diretti interessati, ossia i titolari dei manubri HRC, Dani Pedrosa e il giovane fenomeno Marc Marquez, fresco vincitore del titolo e protagonista di un lungo e indimenticabile duello con Lorenzo in tutta la stagione 2013. Il ventenne di Cervera ha dichiarato alla radio spagnola Cadena Ser:

"Non potrei assolutamente opporre un veto all'arrivo di Lorenzo, quello che m’interessa è essere nel team e non m’importa chi sia il mio partner, sicuramente cercherei di ottenere quante più informazioni possibili, imparando da chiunque esso sia."

Risposta furba: umile, diplomatica, ma che al contempo fa capire quanto poco tema la concorrenza. Marquez trova comunque una frase cavalleresca nei confronti di Dani Pedrosa, l'eterno secondo. Ovvio che se mai dovesse arrivare Lorenzo, sarebbe il suo posto a saltare e dopo anni di tentativi non sarebbe il massimo se il majorquino arrivasse e centrasse subito l'obiettivo:

"Sarei il primo a rimarci male se arrivasse uno nuovo e vincesse il titolo”

Grintoso in pista, un agnellino fuori. Marquez ha imparato fin da giovanissimo che le polemiche da paddock valgono molto meno dei risultati in pista:

"Molte volte è meglio mordersi la lingua, vale più tacere e far parlare la pista, perché un pilota non trae beneficio dalle polemiche."

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: