Benzina: rischio sciopero fra Natale e Capodanno

E' un pessimo periodo per parlare di benzina. I prezzi continuano a salire e ora c'è pure un rischio sciopero nella settimana che divide Natale e Capodanno, che potrebbe portare grandi disagi a tutti. Il motivo - dichiarano Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc/Anisa Confcommercio - è il bonus fiscale a favore dei gestori, che quest'anno non è stato ancora confermato.

"Se il governo 'non rispettera' gli impegni assunti verso i gestori faremo sciopero", è la reazione dopo aver letto il testo del Milleproroghe, nel quale non è presente la misura fiscale, ormai ventennale, che figura tra gli impegni assunti dal Governo con le intese sottoscritte a settembre scorso. Nel mentre, in Puglia, aumenterà l'IRBA (Imposta Regionale sulla Benzina per Autotrazione) a partire dal 2011. La Giunta Regionale del presidente Vendola ha deciso di tassare ogni litro di carburante con 2,5 centesimi di € in più.

Un fine anno movimentato, con il prezzo della benzina che è di nuovo ai suoi massimi storici, superando l'1,40 per la seconda volta, dopo il folle inizio di crisi del 2008. Attendiamo sviluppi.

via | Ansa

  • shares
  • Mail
19 commenti Aggiorna
Ordina: