MotoGP: Phillip Island ad ottobre non s'ha da fare. I piloti vogliono il GP d'Australia a inizio stagione


Non è la prima volta che, a Phillip Island, capita una gara terribilmente fredda e bagnata, nel campionato MotoGP. Questo è dovuto ovviamente alla collocazione del GP d'Australia nel calendario, troppo lontano dalla stagione calda, più precisamente ad ottobre, quando a Phillip Island cominciano a cadere le prime piogge gelate.

I piloti hanno deciso di dire basta, con Valentino Rossi e Jorge Lorenzo a capo della speciale "commissione" che vuole lo spostamento della competizione alle prime fasi del campionato. La Dorna ha accolto la richiesta, e sta cercando un accordo con i gestori della pista per programmare l'edizione 2012 a marzo. Se questo non dovesse essere possibile, il toboga sull'oceano verrebbe escluso dal campionato.

La Superbike ha sempre collocato questa gara nel primo terzo del calendario, e forse per non incrociare gli impegni con le due più importanti categorie del mondo, il mondiale prototipi è costretto a correre in situazioni sfavorevoli, ora diventate insostenibili. Purtroppo per il 2011 i giochi sono stati fatti, ma nel 2012 abbiamo la certezza che a ottobre, in australia, non ci sarà nessuna categoria del motomondiale.

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: