Grandi firme italiane ed estere al Motor Bike Expo 2011

Grandi firme al Motor Bike Expo 2011

Dopo i successi delle due precedenti edizioni, il Motor Bike Expo 2011, in programma a Veronafiere dal 21 al 23 gennaio prossimi, si conferma nell’elite dei saloni mondiali per il segmento custom. Alla rassegna fieristica 2011 saranno infatti presenti molti tra i più blasonati specialisti del settore italiani ed esteri. Inziamo dai costruttori italiani cresciuti molto negli ultimi anni insieme al mercato interno custom–cruiser che, in controtendenza rispetto agli altri segmenti, ha raggiunto, secondo alcune stime, il 17,5% delle vendite totali.

La creatività, la capacità d’impresa e l’ispirazione artistica dei customizer di casa nostra sono sempre più apprezzati anche sui palcoscenici internazionali, come dimostrano i premi conquistati nelle più importanti rassegne ed i riconoscimenti della critica. Lo scorso anno fu proprio un costruttore italiano Marco Cinquini, della 5/ini - Garage 65, ad imporsi nell’unica tappa italiana del Mondiale Costruttori moto custom.

Oltre a Garage 65, al Motor Bike Expo 2011 troverete specialisti italiani delle personalizzazioni tra i quali Nicola Martini della Mr.Martini, che ha inaugurato recentemente un nuovo atelier a pochi passi dal quartiere fieristico veronese, e Garage Inc., proveniente da Empoli. La Headbanger Motor Company, autentico costruttore di custom, presenterà venerdì 21 una sua nuova realizzazione ed esporrà l’intera produzione. Fra gli importatori e customizzatori troviamo la Egimotors, che importa le Victory, e la Norton Motocicli Speciali di Cremona.

Grandi firme al Motor Bike Expo 2011
Grandi firme al Motor Bike Expo 2011
Grandi firme al Motor Bike Expo 2011
Grandi firme al Motor Bike Expo 2011
Grandi firme al Motor Bike Expo 2011
Grandi firme al Motor Bike Expo 2011
Grandi firme al Motor Bike Expo 2011
Grandi firme al Motor Bike Expo 2011

Originali e unici, gli accessori presentati da Marvin Macdavi di Porto Garibaldi (FE). Confermata anche la presenza di Capitan Blaster, icona della kustom culture e straordinario interprete dell’arte del pinstriping, insieme allo specialista del tattoo world El Rana: i due realizzeranno alcune opere uniche dedicate alla mostra. La Federazione Motociclistica Italiana sarà presente oltre che con numerose iniziative sportive e turistiche, anche con una nuova sezione dedicata al mondo dei bikers che vedrà ufficialmente la luce proprio in occasione del Motor Bike Expo 2011.

Il 22 gennaio sarà una vera e propria “Costituente Bikers” a raccogliere i moto club che si muovono secondo questa logica con l’obiettivo di migliorare la conoscenza dall’interno di questa parte di mondo federale e di provare ad ipotizzare delle regole. Una grande area espositiva verrà occupata dalla Harley-Davidson che, nella circostanza, allestirà un vero e proprio villaggio dedicato al mito della casa americana, con l’intera gamma delle moto in commercio.

Il recente accordo con la Federazione Italiana Customizer (FIC) garantirà una massiccia presenza, in forma coordinata, di costruttori e preparatori di moto custom e special di casa nostra. L’accordo prevede la partecipazione in forma ufficiale della FIC, unica associazione che in Italia raggruppa i customizer (ed unico esempio del genere in Europa), ed incentivi e facilitazioni per i suoi associati, attualmente oltre 40. Tra le iniziative già concordate, anche uno spazio espositivo riservato in cui ciascun costruttore potrà esporre una propria realizzazione. La FIC disporrà a sua volta di un’area istituzionale.

La lista degli ospiti internazionali comprende l’americano Arlen Ness, insieme al figlio Cory e al nipote Zach, gli elvetici Bad Boys Motorcycles, i fratelli inglesi Battistini, la Exile Cycles di Russell Mitchell, la Hardnine Choppers di Berna, la Indian Larry Motorcycles, ancora dalla California la Hippodrome Studio di Jeff Deker, gli affermati europei Penz Performance e Pfeil e, per continuare a parlare tedesco, la Hardcore Cycles di Marcus Walz.

E poi ancora, le creazioni dei giapponesi di Zero Engineering, Paul Yaffe dall'Arizona, il gruppo inglese degli Stockers. Da non perdere poi la tappa italiana del tour “Il coraggio di sognare”, dedicato a Evel Knievel. Tra i produttori di accessori da sottolineare le presenze, tra gli altri, di Custom Chrome, Mag Connection, Mag Europe, Motolux, Motorcycles Storehouse, W&W e Zodiac.

In questo straordinario contesto si inserisce l’unica tappa italiana del Campionato Mondiale Costruttori Moto Custom, organizzato dalla rivista American Motorcycle Dealer, che ancora una volta ha scelto Verona ed il suo strabiliante parterre, con circa 200 mezzi, che si contenderanno il posto per la finale di Sturgis. In totale saranno tre i padiglioni della fiera scaligera, con una superficie di oltre ventimila metri quadrati, dedicati ai maggiori rappresentanti di questo particolare segmento delle due ruote.

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: