Honda, intervista a Leon Haslam: "nel 2014 torneremo a vincere"

Intervista a Leon Haslam. Il pilota Honda parla del suo recupero e delle prossima stagione.

La stagione di Leon Hasman in Superbike con la Honda non è stata delle più fortunate. Le cadute e gli infortuni del pilota, segnata ed in parte compromessa dalla doppia frattura alla gamba sinistra, rimediata in prova ad Assen lo scorso aprile, unite al livello della CBR1000RR ne hanno condizionato la stagione, come detto non brillantissima e che non lo ha visto salire sul podio nemmeno una volta.

Il rapido rientro alle corse da parte dell'inglese è stato anche dettato dalla necessità di portare avanti lo sviluppo della CBR1000RR, soprattutto per via del nuovo pacchetto elettronico introdotto nel 2013. Le novità introdotte dalla Casa dell'Ala, che nel Campionato Mondiale riservato alle derivate dalla serie si appoggia alla struttura di Ronald Ten Kate, sono diverse e le novità dovrebbero dare i frutti il prossimo anno portanto il livello della Honda CBR1000RR al pari delle Aprilia e della Kawasaki. Il sito WorldSBK riporta una interessane intervista al pilota Honda che vi riportiamo integralmente.

Quanto è stato difficile unire il recupero fisico agli impegni di gara?

"E' stata dura, perché l'infortunio ha influenzato in modo notevole il mio stile di guida. Le novità a livello tecnico hanno inoltre richiesto una mole di lavoro aggiuntiva, per capire come utilizzarle e per ottenere il maggior numero di informazioni possibile."

Quanto tempo ci vorrà perché tu possa tornare al 100%?

"La gamba sta migliorando e recentemente mi sono fatto operare di nuovo, per mettere a posto il ginocchio e rimuovere alcune viti che servivano a mantenere insieme le fratture. Darò il massimo insieme al mio preparatore Kirk Gibbons nel corso di questo inverno, di modo da potermi presentare in perfetta forma ad inizio stagione."

La versione 2013 della Honda CBR aveva diverse novità. Pensi che l'infortunio abbia influenzato il programma di sviluppo?

"Si è trattato di un anno di apprendistato a livello tecnico, vista le novità ed in particolare l'inedito sistema elettronico che è arrivato poco prima dell'inizio della stagione. Visto il poco tempo a disposizione per provarlo e l'infortunio alla gamba, è stato difficile rendere stabile il nuovo pacchetto. Penso però che, durante l'inverno, riusciremo ad ottenere le informazioni che ci servono per tornare tra i primi."

Ron, tuo padre, trascorre la maggior parte del tempo ad osservare il vostro operato in pista. Quali informazioni aggiuntive riesce a ricavare?

"Mio padre ci guarda da bordo pista ed è in grado di dare ottime informazioni alla squadra. Non solo osserva ciò che facciamo, ma fa anche un confronto con gli avversari. Le sue indicazioni ci permettono inoltre di identificare i problemi sullo schermo e di fare una comparativa con i dati a disposizione, al fine di apportare le giuste modifiche alla moto."

Quali sono le aree principali sulle quali vi concentrerete questo inverno?

"Il punto chiave è rappresentato dall'elettronica, che deve funzionare in modo stabile e corretto. La ciclistica ed il motore della CBR sono a livello dei primi, quindi penso si tratti solo di mettere assieme il tutto per poter tornare a vincere."

Quali aspetti positivi del tuo primo anno con Pata Honda vuoi portare con te nel 2014?

"Prima di tutto devo tornare in forma e concentrarmi sui prossimi test, per avere un buon pacchetto in ogni circostanza. Questo potrebbe permetterci di iniziare bene la stagione, anche perché credo fermamente nelle nostre potenzialità."

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail