Marquez: "E' la gara più importante dell'anno, darò il 100%"

Il baby-fenomeno di Honda Repsol conquista la sua nona pole stagionale e si prepara alla gara che potrebbe incoronarlo il più giovane Campione della storia nella classe regina.

MotoGP Valencia 2013 - FP1 e FP2

Dopo aver dominato le libere di ieri, oggi Marc Marquez ha fatto sua a Valencia la pole position del Gran Premio più importante della stagione, quello che potrebbe incoronarlo per la prima volta in carriera Campione del Mondo della MotoGP. Nelle qualifiche di oggi, il formidabile 20enne del team Honda Repsol ha firmato il nuovo record della pista con lo strepitoso crono di 1'30.237 - nona pole per lui quest'anno - mettendosi nelle condizioni migliori per resistere all'ultimo disperato attacco del campione uscente Jorge Lorenzo (Yamaha Factory Racing), che domani le proverà sicuramente tutte per conquistare quanto meno la vittoria della corsa.

In virtù dei 13 punti di vantaggio in classifica piloti, per Marquez invece il 'compitino' di domani si presenta in realtà piuttosto abbordabile: anche se Lorenzo dovesse vincere la gara, a lui basterebbe comunque chiudere al quarto posto per festeggiare l'iride. Considerando che Marquez quest'anno ha mancato l'appuntamento con il podio solo al Mugello (caduto all'ultimo giro quando era secondo) e a Phillip Island ('bandiera nera' per il madornale errore del team nel cambio moto), le probabilità che il giovane spagnolo si lasci scappare questa occasione sembrano minime. Anche se, ovviamente, nelle corse non si sa mai..

A fine turno, Marc Marquez ha commentato con soddisfazione il risultato delle qualifiche di oggi, anche se il suo pensiero ovviamente vola già a quello che sembrerebbe configurarsi come il suo 'gran giorno':

"Siamo contenti perché abbiamo raggiunto l'obiettivo che ci eravamo prefissati per oggi: essere in prima fila. Inoltre, conquistando la pole position, abbiamo fatto qualcosa che sarà molto importante per noi. La gara di domani è la più importante dell'anno, e noi proveremo ad affrontarla come un qualsiasi altro Gran Premio, anche se sarà comunque difficile perché Jorge ha un grande passo. Cercheremo di scegliere le gomme migliori per la gara tra due opzioni che sono comunque buone entrambe, e domani daremo il 100%."

Ormai ridotto al ruolo di 'scudiero', Dani Pedrosa domani dovrà probabilmente limitarsi a 'scortare' Marquez partendo dal terzo posto in griglia, conquistato con un buon 1'30.663 che lo vede comunque incassare oltre 4 decimi di distacco dal suo compagno di squadra. Il commento dell'esperto pilota spagnolo a fine giornata è comunque positivo:

"Sono molto contento di come sono andate le qualifiche di oggi, pur non avendo preso la 'pole'. E' stata una sessione interessante per me, perché sono stato in grado di ritrovare il mio passo dopo diverse gare in cui sono rimasto fuori dalla prima fila. Con gli ultimi due giri sono riuscito a guadagnarmi un posto in prima fila, e questo è molto importante per domani. Non è stato abbastanza per conquistare la pole position, ma sono comunque contento del lavoro svolto e del passo avanti che abbiamo fatto. Spero di migliorare ancora un po' domani e fare una buona gara."

  • shares
  • Mail