Lorenzo: "Proverò il sorpasso in partenza"; Rossi: "Volevo la prima fila"

Qualche problema tecnico alla sua M1 ha impedito al Campione del Mondo di giocarsi tutte le sue carte per la pole. Rossi arranca: "Le gomme saranno decisive."

MotoGP Valencia 2013 - Qualifiche

Il Gran Premio della Comunità Valenciana di domani consegnerà agli annali l'edizione 2013 del Motomondiale, e tra poche ore Jorge Lorenzo saprà se sarà riuscito a conservare il suo titolo di Campione del Mondo della MotoGP o se dovrà abdicare in favore del fanomeno Marc Marquez. Nelle qualifiche di oggi, a causa di un problema al retrotreno della sua Yamaha M1, il fuoriclasse maiorchino ha dovuto utilizzare la 'seconda moto' per fare il suo ultimo tentativo per la pole, chiudendo però alle spalle del fenomenale rookie di Honda Repsol, che con il suo 1′30.237 ha rifilato quasi 3 decimi e mezzo al campione uscente.

Come suo solito, Lorenzo proverà ad imprimere un andatura forsennata alla gara sin dalle primissime battute per 'scrollarsi di dosso' il giovane talento di HRC, ma con 13 punti di distacco in classifica da recuperare, per confermarsi campione dovrà anche sperare che almeno un paio di piloti riescano a intromettersi tra lui e Marquez, un eventualità che alla luce della grande continuità mostrata dal connazionale in questa stagione appare quanto meno 'improbabile'.

Nonostante questo quadro della situazione non esattamente incoraggiante, il grande spirito combattivo di Jorge Lorenzo gli impedisce comunque di darsi per vinto:

"Le qualifiche sono una cosa, la gara un'altra. Abbiamo fatto del nostro meglio per conquistare la pole position, ma purtroppo la moto 'numero uno' ha avuto un problema subito prima del nostro secondo tentativo per il giro veloce. Abbiamo quindi ripiegato sulla seconda moto, ma aveva un motore vecchio con un 'carattere' diverso, ed il suo feeling non era affatto lo stesso. Se domani riusciremo a fare una buona partenza, domani possiamo sorpassare subito Marquez e vedere cosa succederà in gara."

Valentino Rossi invece ha chiuso con le qualifiche con il quarto tempo, a quasi 7 decimi dal miglior crono di Marquez. Nelle concitate battute finali della Q2, il pesarese sembrava aver conquistato la tanto agognata prima fila, ma il 'colpo di reni' finale di Dani Pedrosa lo ha beffato proprio all'ultimo, costringendolo di nuovo a partire dalla seconda fila dello schieramento. Il 'Dottore' comunque si è dichiarato piuttosto fiducioso in vista della gara di domani:

"Volevo la prima fila, ma alla fine non ci sono riuscito ed è un vero peccato. Partire dalla quarta posizione comunquenon è poi così male. Il mio tempo sul giro è abbastanza buono, riesco a girare sotto l'1'31", quindi sono abbastanza contento. Ora dobbiamo lavorare sodo e decidere la giusta gomma posteriore da usare domani per poter stare con i primi tre. Con la gomma morbida ero più veloce, ma tutti sono abbastanza dubbiosi sul fatto che possa durare 30 giri. La gomma hard è più sicura, ma dobbiamo comuque essere veloci."

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: