MotoGP Valencia 2013: Marquez dà la stoccata a Lorenzo, ma Pedrosa è il terzo incomodo

I piloti del team Repsol Honda dominano le FP2 al GP di Valencia. Leggi le dichiarazioni al termine della giornata di prove libere.

MotoGP Valencia 2013 - FP1 e FP2

Nella guerra psicologica tra Marc Marquez e Jorge Lorenzo è stato il giovane pilota Honda a vincere la prima battaglia, ottenendo il miglior tempo in entrambe le sessioni del venerdì a Valencia e non reagendo alla piccola provocazione del majorquino, che al termine delle FP1 è andato a toccare il posteriore dell'avversario a moto ferme.

Marquez mantiene i nervi saldi e guida come sa: oggi ha regalato il consueto spettacolo, partendo con dei traversi perfetti e reggendo la sua Honda ballonzolante per le eccessive sollecitazioni. Lorenzo è vicino ma il titolo ancora di più:

"E' stato un ottimo inizio per il fine settimana più importante della stagione. Dobbiamo ancora migliorare il setup ma oggi siamo stati i più veloci, che è la chiave per vincere la gara di domenica. Domani continueremo alla stessa maniera ma cercando di migliorare e fare un passo in avanti, perché sono sicuro che gli altri piloti miglioreranno."

Ottimo avvio anche per Dani Pedrosa, che nella gara di domenica potrebbe fare da ago della bilancia tra i due contendenti al titolo. Pedrosa è stato molto veloce sia nelle FP1 che nelle FP2, che ha terminato a soli 66 millesimi dal compagno di squadra. HRC ha dichiarato che non ci sono strategie di squadra prestabilite e non sembra che Dani sia particolarmente propenso a favorire Marquez:

"Oggi siamo riusciti a lavorare bene sia con le gomme morbide che con le dure, ma le condizioni della pista non erano ideali e la moto slittava parecchio. Dobbiamo rimanere molto concentrati, perché il livello degli altri piloti è molto alto al momento e tutti stanno girando molto forte. Domani dovremo migliorare alcuni aspetti della moto e continuare a lavorare come abbiamo fatto oggi."

  • shares
  • Mail