Yamaha XV950 e XV950R: prova su strada e caratteristiche

La Yamaha XV950 provata sulle strade della California: ecco il nostro test della nuova bobber dei tre diapason.

Yamaha XV950: prova su strada

Linea classica e tecnologia moderna: questi due concetti sintetizzano l’anima della Yamaha XV950. L’ultima nata della famiglia delle Sport Classic, quelle moto che, traendo ispirazione dal passato, si propongono sul mercato in chiave moderna, si contraddistingue per una linea anni ispirata allo stile americano degli anni settanta con la facilità d’uso di una stradale moderna.

Motore bicilindrico raffreddato ad aria, pochi fronzoli ed un look classico con sella molto bassa rispetto al serbatoio e manubrio alto, l’ideale per viaggiare piacevolmente e con stile. Il motore è un bicilindrico a V di sessanta gradi da 950 cc in grado di erogare 52.1 cavalli ed una coppia massima di 79.5 Nm a soli 3.000 giri al minuto. Questo propulsore deriva direttamente dal motore della Yamaha XVS Midnight Star, pur rivelandosi più compatto per via di alcune modifiche all’aspirazione ed all’impianto di scarico che, tra le altre cose, prevede dei collettori ridisegnati.

La versione europea della Yamaha Bolt vanta, oltre al nuovo sistema di scarico due in uno che esalta la voce del bicilindrico, anche una nuova centralina di gestione del motore che permette una migliore erogazione ai bassi regimi per massimizzare il piacere di guida. Forcella con steli da 41 millimetri e doppio ammortizzatore posteriore con 70 millimetri di corsa completano la moto insieme al telaio in acciaio a doppia culla che vanta una costruzione di tipo monoblocco che ha permesso di non dove realizzare un telaietto posteriore a parte.

La Yamaha XV950 viene proposta sul mercato italiano ad un prezzo di 8.490 euro, ai quali bisogna aggiungere 500 euro per la versione con ABS. La Yamaha XV950R, che presenta l’ABS di serie, parte invece da 9.290 euro, con i clienti che possono personalizzare la propria moto con numerosi accessori, tra cui un impianto di scarico Akrapovic, dei cerchi a raggi, dei copristeli forgiati oltre alla possibilità di avere una sella diversa. Fatte queste premesse vediamo ora come la Yamaha XV950 si è comportata durante il nostro test sulle strade della California.

  • shares
  • Mail