Anteprima Beta RR Enduro 4T 400/450/520 my 2011

Scritto da: -

Anteprima Beta RR Enduro 4T 400-450-520 my 2011

Beta anticipa le novità delle nuove RR Enduro 4T (che proveremo nei prossimi giorni) arriveranno sul mercato alla fine del mese di Luglio con novità tecniche sostanziose a livello di ciclistica. Il motore che le equipaggia è ovviamente “made in Beta” (progettato e costruito nello stabilimento del Marchio) e rispetto al mono versione 2010 presenta miglioramenti che ne hanno ulteriormente migliorato l’affidabilità tanto da permettere di allungare gli intervalli di manutenzione programmata.

Sovrastrutture, colorazioni, strumentazione e altri particolari sono stati oggetto di restyling per dare alle nuove RR una connotazione estetica più forte rispetto al passato, che incontra maggiormente le richieste dei clienti. Di forte impatto appare la grafica ed il telaio in colore rosso, che richiama le gloriose Beta cross/regolarità Anni ‘70.

Tre le motorizzazioni 400, 450 e 520cc: RR Enduro 4T 400 my 2011 verrà venduta a 8.400 euro, cinquanta euro in più per la 450cc (8.450 euro) e 8.700 euro per la RR Enduro 4T 520. A seguire il dettaglio delle novità diffuse da Betamotor.

Anteprima Beta RR Enduro 4T 400-450-520 my 2011Anteprima Beta RR Enduro 4T 400-450-520 my 2011Anteprima Beta RR Enduro 4T 400-450-520 my 2011Anteprima Beta RR Enduro 4T 400-450-520 my 2011

Nuove caratteristiche e funzionalità

Ciclistica
• Nuova forcella Marzocchi Shiver ø 50 mm: gli steli oversize garantiscono una maggiore rigidità torsionale con sensibili incrementi in termini di precisione di guida e feeling. La cartuccia con pistoni a diametro differenziato assicura un miglior bilanciamento dell’olio, migliorando così confort ed efficacia nella guida estrema.
• Nuove piastre forcella in alluminio: riviste in vari punti consentono un risparmio di peso, garantendo una maggiore robustezza e rigidità torsionale. Nuovi anche i cavallotti: permettono di variare la posizione del manubrio in ben 6 step (2 in più rispetto al MY 2010) garantendo così una perfetta sintonia ai diversi stili di guida.
• Nuovo telaio alleggerito in alcuni punti: affina ulteriormente la maneggevolezza della moto e migliora la robustezza e l’affidabilità nelle zone di maggior stress. Inoltre il telaio spicca quest’anno per l’inedita colorazione rossa .
• Nuove ruote con mozzi rivisti: offrono maggiore leggerezza e maggiore robustezza alle sollecitazioni.
• Nuova leva frizione AJP: grazie alle innovative boccole e alla cover essa è maggiormente protetta da fango, acqua e sporco e garantisce una maggiore precisione e stabilità di funzionamento nel tempo.
• Nuova cover scatola filtro: l’ottimizzazione dei pin rende più facili e rapide le operazione di aggancio/sgancio durante la manutenzione.

Motore
• Nuovo trattamento termico su ingranaggio della primaria e su mozzo ruota libera per aumentarne la rigidezza.
• Componenti avviamento elettrico con trattamento superficiale DLC per ridurre le frizioni ed aumentarne l’efficienza nel funzionamento a secco.
• Nuova rapportatura ingranaggi avviamento elettrico per una maggior efficienza della messa in moto.
• Componentistica frizione rinforzata e rivista nelle tolleranze in modo da consentire un funzionamento più efficace.
• Campana frizione rinforzata e realizzata in nuovo materiale in grado di aumentarne l’affidabilità soprattutto sotto stress.
• Frizione con nuova molla anti-vibrazione per consentire un funzionamento più morbido ed un innesto più fluido.
• Nuovo profilo pistone per 450 e 520: diminuisce la frizione e l’usura.
• Cuscinetto biella con trattamento DLC: diminuisce l’usura e ne incrementa affidabilità e durata (solo 520cc.)
• Nuovi anelli ferma-spinotto pistone: facilitano lo smontaggio e garantiscono una maggiore affidabilità.
• Nuovo paraoli valvole: migliorano la tenuta riducendo il consumo di olio.
• Rivisto il tenditore idraulico per la catena di distribuzione in modo da assicurarne un funzionamento più preciso.
• Sistema di raffreddamento ottimizzato nei flussi: garantisce maggiore efficienza del sistema, migliore stabilità di esercizio del motore e prestazioni più elevate.

Equipaggiamento
• Nuovo strumento digitale multifunzione: oltre alle classiche funzioni (odometro, velocità etc.) permette di variare il diametro ruote (da enduro a motard) e si arricchisce dell’utile conta-ore – indispensabile per la corretta manutenzione.
• Nuova sella, ottimizzata nel sistema di sgancio rapido – sempre tramite bottone laterale – per consentire un accesso facilitato per le operazioni di manutenzione. Il doppio strato sky inoltre accresce la resistenza nei punti soggetti a maggiore abrasione. Nuovo anche la linea estetica ed il mix colori.
• Kit grafiche di grande impatto rende più brillante e aggressiva la moto.

Vota l'articolo:
3.83 su 5.00 basato su 6 voti.  
 
Aggiorna
  • nickname Commento numero 1 su Anteprima Beta RR Enduro 4T 400/450/520 my 2011

    Posted by:

    io vorrei prendermi una 400 dell' anno scorso, qualcuno sa se hanno avuti grossi problemi di affidabilità? Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 2 su Anteprima Beta RR Enduro 4T 400/450/520 my 2011

    Posted by: quiet

    Appello già fatto in precedenza e un pò O.T., ma… BETA se ci sei batti un colpo! Mettete il vostro 400 sotto la M4, sostituendo alluminio e magnesio con del "modesto" acciaio, lasciate il posteriore da 150, non alzate troppo il prezzo e avrete fatto quello che il DRZ non è riuscito a fare… VI PREGO!!!!! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 3 su Anteprima Beta RR Enduro 4T 400/450/520 my 2011

    Posted by:

    Troppo bella, un giocattolo che mi piacerebbe veramente possedere!! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 4 su Anteprima Beta RR Enduro 4T 400/450/520 my 2011

    Posted by:

    @quiet Le doti migliori dell'alp sono affidabilità e costi di gestione estremamente contenuti. questa può fare altrettanto? (chiedo per saperlo). Questa costa 8000 e rotti di listino, dubito che togliendo un po' di lega leggera il prezzo possa scendere di 2500€… sono comunque tanti soldi.Un drz costava sui 6000 se non sbaglio. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 5 su Anteprima Beta RR Enduro 4T 400/450/520 my 2011

    Posted by: quiet

    @4 Infatti la ciclistica DEVE rimanere quella della M4, che sarebbe in grado di reggere la potenza del loro 400 meno spinto, meno esasperato nei materiali e quindi meno "prezioso". In fondo il DRZ aveva una quarantina di CV all'albero, traguardo credo raggiungibilissimo dal motore Beta. A dirla tutta i giapponesi hanno sbagliato solo il posteriore da 140 (misura costosa e quasi introvabile) visto che al DRZ, anche dal punto di visto ciclistico, non mancava quasi niente se non l'estetica datata, che per l' M4 è già MOLTO meglio. Parere personale, s' intende. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 6 su Anteprima Beta RR Enduro 4T 400/450/520 my 2011

    Posted by:

    @quiet Sìsì, concordo.Grazie, ciao ;-) Scritto il Date —