Superstock 1000: dominio assoluto di Ayrton Badovini e della sua BMW S 1000 RR

Ayrton Badovini

Con quella ottenuta ieri a Misano Adriatico sono cinque le vittorie consecutive ottenute Ayrton Badovini nella Superstock 1000 FIM Cup. Il pilota del BMW Motorrad Italia Superstock team è partito in testa ed ha guidato per undici giri, prima che la bandiera rossa esposta dalla Direzione di Gara non fermasse la corsa.

Il ritmo imposto da Badovini ha permetto al pilota del Team BMW Motorrad Italia di portare il suo vantaggio a due secondi che gli ha consentito di gestire la gara controllando gli inseguitori con grande lucidità e maturità. Dopo la vittoria di Misano il pilota di Biella consolida la leadership della Coppa FIM con 125 punti, 59 in più del secondo classificato, Maxime Berger (Honda).

"Sono doppiamente contento per aver vinto in Italia, dove tutto ha un sapore particolare - ha detto Ayrton Badovini - Mi spiace per la bandiera rossa perché volevo finire sul traguardo con un saluto speciale ma questo non toglie sapore alla vittoria. Questo per noi è il giro di boa e qui inizia la seconda parte della Coppa, pur avendo un grande margine in classifica non saremo meno agguerriti per la vittoria".

Serafino Foti, team manager de BMW Motorrad Italia Superstock team, ha dichiarato: "Ayrton è stato nuovamente fantastico gestendo la gara in maniera magistrale. Eravamo d'accordo che avrebbe spinto per i primi giri per acquisire un po' di vantaggio e così è stato. Dai box l'abbiamo guidato informandolo costantemente del suo margine pronti a comunicargli una eventuale necessità di forzare, disponendo ancora di un piccolo margine. Daniele, invece, ha fatto un errore che gli è costata la gara, arrivando lungo al tramonto. Questo gli ha causato la perdita di contatto con il gruppetto in lotta per la sesta posizione e, quindi, ha concluso undicesimo".

Andrea Buzzoni, Direttore di BMW Motorrad Italia, ha dichiarato: "Sono soddisfatto ed entusiasta della gara di Ayrton. Grazie ad una straordinaria gestione di gare e campionato da parte del team siamo arrivati a metà stagione consolidando una performance impensabile quando è partito il nostro nuovo progetto sportivo. Questo risultato avvalora la nostra scelta di entrare in questo campionato per posizionare la moto nell'area sportiva e legittimarla verso gli appassionati. La S 1000 RR è oggi la supersportiva più venduta in Italia, Germania e Gran Bretagna".

  • shares
  • +1
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: