CIV: nel doppio appuntamento al Mugello sotto la pioggia non manca lo spettacolo


Il più grande protagonista della doppia tappa del Campionato Italiano Velocità sul circuito del Mugello è stato il maltempo, che non ha dato tregua per tutta la durata delle competizioni, sia sabato che domenica. Gare che hanno portato doppiette in tutte le categorie disputate, da parte degli stessi vincitori del terzo round.

Il momento decisivo della gara Superbike, corsa sotto la pioggia, è stato il settimo giro quando Luca Conforti (n. 24) ha superato Alessandro Polita (n. 53), in testa fino a quel momento. Con pista libera davanti a se pilota del Barni Racing Team, alfiere bresciano di Roncadelle, si è potuto involare verso la seconda vittoria in due giorni grazie a due prestazioni magistrali.

Come da copione, anche la gara di oggi della 125 GP è stata dominata dal Miroslav Popov. Il 15enne ceco dell’Ellegi Racing Team (Aprilia n. 95) ha fatto subito il vuoto alla partenza sul circuito del Mugello, prendendo un buon vantaggio che poi ha saputo amministrare da campione navigato fino alla bandiera a scacchi, chiudendo davanti a Armando Pontone e Francesco Mauriello.

Il diluvio vero è stato grande protagonista della gara Supersport valida come quarta tappa di Campionato Italiano Velocità 2010. Al Mugello, a dare spettacolo su asfalto bagnato sono stati soprattutto due piloti: a spuntarla, al termine dei dieci giri in programma, è stato il 19enne bolognese Lamborghini (Yamaha n. 28 - Team Media Action by Prorace) che ha avuto la meglio sul toscano Gramigni (Yamaha n. 39) e su Ivan Clementi (Honda n. 18).

Massei, Zanetti e dietro di loro, il vuoto. Questa la sintesi dell’avvincente gara della Stock 600. Sono stati Fabio Massei (Yamaha n. 34 – Team Piellemoto) e Lorenzo Zanetti (Yamaha n. 8 – TNT Racing) a giocarsi fino all’ultimo metro la vittoria della quarta tappa, corsa su pista bagnata. In Stock 1000, dopo la vittoria di ieri, Luca Verdini si aggiudica anche la quarta prova del CIV 2010. Il 25enne marchigiano è scattato forte al via ed ha preso subito il largo, lasciando ai suoi avversari solo la battaglia per il secondo e il terzo posto.

  • shares
  • +1
  • Mail