MotoGP Silverstone 2013, Dovizioso: "Abbiamo iniziato bene"

I piloti del Ducati Team commentano il venerdì del GP di Gran Bretagna. Hayden: "La Desmosedici è molto dura sull’asfalto irregolare".

MotoGP 2013 - Libere Silverstone

Anche sullo spettacolare tracciato di Silverstone, i piloti del Ducati Team hanno chiuso il venerdì di 'libere' con tempi a debita distanza dalla 'Top 5', ma nelle FP2 hanno compiuto senza dubbio un sostanziale passo avanti rispetto a quanto fatto vedere nel turno del mattino. Andrea Dovizioso in particolare è passato dal preoccupante 2′05.313 con cui aveva chiuso 10° le FP1 ad un ben più incoraggiante 2’03.658 che gli ha permesso di conquistare il 7° posto nella sessione pomeridiana, a +1.022 dal tempone di Marquez ma con un 'progresso' di circa 1"7 rispetto al mattino.

Visti i tempi ed il livello di competitività della Desmosedici GP13 quest'anno, Andrea Dovizioso cerca di godersi un venerdì tutto sommato positivo. I problemi della moto rimangono, ma alla luce dei recenti risultati e della mancanza di aggiornamenti di peso, quanto ottenuto oggi sulla pista inglese dal 27enne forlivese era probabilmente il massimo possibile:

“E’ davvero bello ed esaltante girare su questa pista, ma è molto difficile prendere il ritmo giusto. Per noi è piuttosto complicato riuscire a fare dei buoni tempi, perché siamo obbligati ad usare molta forza e non è proprio il modo migliore di guidare per affrontare la gara. Sono però contento del tempo che ho fatto segnare. Sono riuscito a migliorare rispetto a stamattina e ad ottenere un buon feeling durante il turno, e quindi alla fine ho fatto un buon tempo. Sicuramente questo passo non basta per la gara, però oggi abbiamo iniziato bene.”

MotoGP 2013 - Libere Silverstone
MotoGP 2013 - Libere Silverstone
MotoGP 2013 - Libere Silverstone
MotoGP 2013 - Libere Silverstone

Nicky Hayden invece ha terminato la giornata con il decimo tempo ed il crono di 2’04.089, a quattro decimi abbondanti dal compagno di box in cui si sono infilati Stefan Bradl (Honda LCR) e Bradley Smith (Yamaha Tech3). Rispetto al 2′04.958 con cui aveva chiuso ottavo il primo turno di libere, il guadagno è stato di circa 9 decimi, ma non abbastanza per mantenere la discreta posizione in classifica maturata dopo le FP1. L'americano comunque si dichiara soddisfatto del lavoro svolto oggi, confermando una certa fiducia anche per il resto del fine settimana in Terra d'Albione:

“Le condizioni sono molto diverse rispetto agli scorsi anni, e la pista mi sembra molto più veloce. Silverstone è davvero un bel circuito e oggi mi sono divertito molto. Crediamo di essere in una situazione migliore rispetto alle ultime gare: la moto va piuttosto bene in alcuni settori, anche se purtroppo la mia prestazione non si è tradotta in un buon tempo sul giro. La cosa che mi rallenta di più al momento è che la mia Desmosedici è molto dura sull’asfalto irregolare, e dobbiamo trovare il modo di migliorare quest’aspetto.”

MotoGP 2013 - Libere Silverstone
MotoGP 2013 - Libere Silverstone
MotoGP 2013 - Libere Silverstone
MotoGP 2013 - Libere Silverstone
MotoGP 2013 - Libere Silverstone
MotoGP 2013 - Libere Silverstone
MotoGP 2013 - Libere Silverstone
MotoGP 2013 - Libere Silverstone
MotoGP 2013 - Libere Silverstone
MotoGP 2013 - Libere Silverstone
MotoGP 2013 - Libere Silverstone
MotoGP 2013 - Libere Silverstone

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: