SBK, Melandri: "Il Nurburgring mi piace, adatto al mio stile di guida"

Marco Melandri e Chaz Davies fiduciosi per il decimo round del Mondiale SBK in programma al Nurburgring il prossimo 1 settembre, round di casa per la casa bavarese.

Superbike 2013 - Silverstone Round - Gare

Marco Melandri, come ha recentemente dichiarato, vuole correre nel Campionato Mondiale Superbike anche la prossima stagione. Appiedato dalla BMW, che a fine stagione abbandonerà ufficialmente il mondiale delle derivate dalla serie, e corteggiato dall'Aprilia, Macio Melandri vuole lasciare un ricordo indelebile tra i tifosi e gli appassionati del marchio dell'Elica. Oltre ad essere stato il primo pilota a portare alla vittoria la BMW S1000RR nel Mondiale SBK potrebbe essere a questo punto il primo e l'ultimo pilota ad aggiudicarsi il titolo mondiale.

Il ravennate della BMW è infatti quarto in classifica con 221 punti. 41 in meno del leader, il pilota francese dell'Aprilia Sylvain Guintoli che guida la classifica con 262 punti, seguito da Tom Sykes (Kawasaki) con 249 punti ed Eugene Laverty (Aprilia) con 226 punti. Ricordiamo che con 250 punti ancora da assegnare (Nurburgring compreso) tutto può ancora succedere. Per questo motivo Melandri è speranzoso per il decimo round in programma il prossimo weekend, gara di casa per il colosso bavarese.

“Il Nürburgring mi piace moltissimo è una pista veloce, guidabile e, salvo le prime curve che sono molto strette, si adatta benissimo al mio stile di guida. Purtroppo non ho un ottimo ricordo delle gare dell’anno scorso, però quest’anno sarà sicuramente diverso, il passato non vale. In questi giorni di vacanza mi sono divertito molto ed è stato importante staccare completamente la spina, riposarmi e anche allenarmi per le gare del prossimo weekend”.

Superbike 2013 - Silverstone Round - Gare
Superbike 2013 - Silverstone Round - Gare
Superbike 2013 - Silverstone Round - Gare
Superbike 2013 - Silverstone Round - Gare

Il compagno di squadra di Melandri, Chaz Davies, quindi in classifica iridata con 180 punti e lontano dalla testa della classifica riparte dalle buone prestazioni della scorsa stagione:

“La pausa estiva è stata molto positiva. La prima settimana sono stato in vacanza nel sud della Francia e le altre due a casa ad allenarmi. Il tempo è stato buono, ho avuto la possibilità di rilassarmi e ora sono pronto per il Nürburgring. È un circuito tanto famoso quanto difficile, molto tecnico con differenti tipi di curve che l’hanno reso uno dei più eccitanti. Al venerdì serve sempre un po’ di tempo per pulirsi e gommarsi. Lo scorso anno abbiamo avuto una gara molto calda e ricordo che in Gara 2era particolarmente scivoloso, ma mi ci sono trovato molto bene. Sono arrivato terzo in Gara 1 e in Gara 2 ho vinto la mia prima gara in Superbike. È stato un weekend fantastico e, anche il mio primo doppio podio in Superbike. Qualcosa è successo l’anno scorso, spero che succeda lo stesso quest’anno”.

Quella del Nurburgring sarà una tappa importante anche per la Superstock 1000 FIM Cup nella quale Sylvain Barrier, pilota ufficiale del BMW Motorrad GoldBet STK Team, si giocherà il suo primo “match ball”. Il francese ha vinto cinque delle sette gare di quest’anno con la sua BMW HP4.

Barrier è in testa alla classifica piloti con 36 punti di vantaggio sul secondo, e ha la possibilità di conquistare il titolo questo weekend. BW guida la Classifica Costruttori con 26 punti di vantaggio sul secondo. Concludiamo con il commento di Andrea Dosoli (Direttore Tecnico BMW Motorrad GoldBet SBK Team):

“Si rientra al Nürburgring dopo la pausa estiva che è stata l’occasione, per i ragazzi del team, per ricaricarsi e, per risolvere i problemi verificati durante l’ultima gara e per prepararsi bene per la nostra gara di casa. Quest’anno arriviamo al Nurburgring con meno pressione ma con il chiaro obiettivo di fare bene. Siamo fiduciosi, non solo per le prestazioni mostrate finora dal nostro pacchetto, ma anche perché la nostra RR, in passato, si è adattata molto bene a questa pista.
Il tracciato è una combinazione di sezioni strette e veloci e di parti guidate.Il setting della ciclistica dovrà quindi essere un buon compromesso, anche considerando il poco grip sperimentato in passato. Aspettiamo di vedere, su questo tracciato tecnico, come lo sviluppo fatto nel corso della stagione abbia migliorato le prestazioni della nostra moto. Il tracciato piace a entrambi i piloti che qui hanno ottenuto buoni risultati in passato, e siamo certi che i nostri tifosi e i ragazzi di BMW che saranno qui potranno divertirsi molto”.

  • shares
  • Mail