Motociclista 'distratto' investe orso | video

La clip di un incidente con protagonisti una moto e un malcapitato orso ci ricorda ancora una volta l'importanza della guida 'difensiva'.

Il video di oggi proviene dal Canada e ci mostra uno sfortunato motociclista che, lanciato su un lungo, ampio e apparentemente tranquillo rettilineo, si trova ad affrontare un imprevedibile scherzo del destino, che prende la forma di un altrettanto sfortunato orso che gli taglia la strada provocando un terribile impatto.

Di primo acchito la sequenza è sicuramente impressionante, ma facendo più attenzione si può notare come la sfortuna - che pure ha avuto un ruolo predominante - potrebbe non essere stata effettivamente l'unica causa dell'incidente. Osservando i movimenti della telecamera, sembra infatti che il motociclista protagonista del filmato - probabilmente rassicurato dall'assenza di traffico e dalla sua 'solitudine' sulla strada dritta - sia più concentrato sul verificare la propria velocità sul contachilometri piuttosto che prestare attenzione davanti a sè, avvedendosi dell'orso solo quando questi è già in mezzo alla carreggiata e, quindi, troppo tardi.

Questa osservazione è avanzata dall'RCMP (Royal Canadian Mounted Police, la Polizia canadese) che in un tweet ha preso ad esempio proprio questo video per sottolineare una volta di più l'importanza per i motociclisti di un approccio 'difensivo' alla guida, che possa metterli al riparo - per quanto possibile - anche dall'imprevedibile.


La Polizia canadese inoltre evidenzia come anche la velocità del veicolo (attorno ai 140 km/h) fosse comunque troppo elevata per consentire al pilota di intervenire in modo efficace. L'incidente ha avuto luogo lo scorso 30 Giugno e - secondo quanto riportato da OneWheelDrive - il motociclista ferito era ancora ricoverato in ospedale il 23 Agosto a causa delle conseguenze patite nell'impatto.

Dal canto nostro ci sentiamo comunque di spezzare una lancia a favore del motociclista, in quanto quello che gli è capitato cade nella categoria dell''assolotamente imponderabile' o quasi. Sfortunatamente il video è sprovvisto di audio e questo ci impedisce di valutare bene la sua reazione (ad esempio se è quando ha provato a frenare), ma da quì ad accusarlo di imprudenza ci sembra forse eccessivo: era da solo su un lungo rettilineo sotto al sole e ha dato un'occhiata alla strumentazione, ma le sue possibilità di prevedere un simile inconveniente ci sembravano obiettivamente minime.

Insomma, ci sembra si tratti più di una fatalità che di un incidente dovuto a un difetto di prudenza oppure alla mancanza di un 'approccio difensivo alla guida'. E' incredibile, ma può capitare. Questo ovviamente non significa che, in strada, non bisogna stare con entrambi - se non tre - occhi aperti...

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: