MotoGP Brno: Lorenzo "Non siamo favoriti ma la pista si adatta al mio stile"

Rossi e Lorenzo fiduciosi di poter sfruttare al massimo le caratteristiche della M1 su un circuito favorevole.

Tutto pronto a Brno per l'undicesimo Gran Premio della stagione e i top rider si sono sottoposti alla consueta conferenza stampa del giovedì, in attesa di vederli in pista a partire da domani alle 9.55 quando scatterà la prima sessione di libere, le FP1, seguite nel primo pomeriggio dalle FP2. La tensione è palpabile e c'è grande attesa per una gara in cui ci si aspetta una risposta Yamaha agli ultimi successi Honda. Jorge Lorenzo sta meglio e pare abbia quasi completamente superato dai postumi dell'ultima operazione, Rossi, 4° a Indianapolis e autore di una buona gara, è pronto a sfidare i due spagnoli del team Repsol Honda e ancora una volta si prospetta una gara a quattro, Crutchlow e Bradl permettendo.

Partiamo con l'uomo del momento, Marc Maquez, vincitore di tre Gran Premi consecutivi e attuale leader della classifica generale:

“È un momento importante della stagione, sembra che Yamaha sarà molto competitiva qui considerando il test di poche settimane fa. Faremo del nostro meglio anche se il circuito è completamente diverso dagli ultimi su cui abbiamo corso. È una pista lunga in cui divertirsi un po’ di più ma vedremo da domani. Lo scorso anno è stato un fine settimana difficile in Moto2, ma alla fine abbiamo vinto”.

Passiamo a Valentino Rossi che, assieme al compagno di squadra Lorenzo, ha girato proprio a Brno due settimane fa per una sessione di test, che in gara potrebbero rivelarsi utilissimi. Rossi, ha un obiettivo chiaro, partire bene, per non ripetere l'errore di Indianapolis, dove, riscattatosi in gara, era però partito troppo indietro nello schieramenti di partenza:

“La seconda parte della gara di Indy è stata un’ottima dimostrazione per me e per il mio team, quindi ora arriviamo con buone motivazioni a Brno dove vogliamo fare meglio. Partire più avanti e avere buon ritmo per la gara, la pista sulla carta è ottima per la M1, ma Honda con Dani e Marc è fortissima. Il test è un piccolo aiuto perché due settimane fa abbiamo lavorato soprattutto sul cambio (seamless) e un po’ su setting. In più abbiamo provato con 35ºC e ora ce ne sono 15 in meno. Il seamless non è ancora pronto e non sappiamo quando lo sarà”..

Fiducioso il compagno di team Jorge Lorenzo, che sta recuperando fisicamente da un incidente che ha interrotto il suo mondiale in un momento cruciale della stagione:

“Non è così semplice, non siamo i favoriti, ma abbiamo più opzioni rispetto ad Indianapolis. La pista è più adatta alla nostra moto e al mio stile, ma è tutto da dimostrare. Correre una settimana dopo l’altra mi aiuta a recuperare la condizione quindi ben venga Brno, è una gara fondamentale come lo sarà la prossima: se vogliamo vincere il titolo, dobbiamo vincere gare il prima possibile, ma non è semplice in questo momento”.

Chiudiamo con un laconico Nicky Hayden, ormai ex ducatista e protagonista di un sorpasso troppo azzardato all'ultimo giro di gara ai danni del suo compagno di squadra Dovizioso:

“Lo scorso anno non sono venuto qui, ma è una pista che mi piace moltissimo, quindi speriamo di fare un po’ meglio degli ultimi GP…”

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: