Valentino Rossi: "il nuovo cambio ci piace, speriamo di averlo quanto prima”

Rossi, Lorenzo, Marquez, Pedrosa, Crutchlow e Spies sono stati i protagonisti della tradizionale conferenza stampa pre-evento in vista del 10° round della stagione ad Indianapolis.

I piloti ufficiale di Honda Repsol, Marc Marquez e Dani Pedrosa, quelli di Yamaha Factory Racing, Jorge Lorenzo e Valentino Rossi, e quelli dei team satellite Cal Crutchlow (Yamaha Tech3), Stefan Bradl (LCR Honda) e Ben Spies (Ducati Pramac Racing) sono stati i protagonisti della consueta Press Conference introduttiva al decimo appuntamento del Campionato del Mondo MotoGP: il GP di Indianapolis (clicca qui per gli orari della diretta TV).

In qualità di leader del mondiale, il rookie terribile Marc Marquez è stato il primo a prendere la parola. Il giovane talento di HRC ha vinto le 2 precedenti tappe del Motomondiale 2013 svoltesi su suolo americano (Austin e Laguna Seca) ed è pronto a ricominciare la battaglia con i connazionali Pedrosa e Lorenzo per il titolo di categoria:

"Dopo aver ricaricato le batterie durante l'estate, ora comincia la seconda metà della stagione: sarà difficile ed interessante, perché Dani e Jorge hanno recuperato. E' una delle piste dove mi sembra di guidare abbastanza bene, quindi spero di fare lo stesso con la MotoGP. Le condizioni cambiano molto dal primo turno di libere alla gara, è molto scivoloso. Vedremo come andremo con le gomme Bridgestone, ma sarà la stessa per tutti. Cercheremo di trovare la nostra strada subito, a cominciare dalle FP1 ".

Secondo in classifica, a 16 punti dal giovane compagno di squadra, Dani Pedrosa è stato anche il secondo pilota a prendere la parola:

"In questi giorni ho cercato di recuperare: in pratica si trattava di non muoversi molto e starsene tranquillo! Il processo di guarigione prosegue sempre meglio: in questi ultimi giorni abbiamo riscontrato diversi segnali di recupero delle ossa, e questo è buono. Ora sto solo aspettando di scendere in pista per verificare il tutto sulla moto."

Nonostante il doppio infortunio e il doppio intervento chirurgico alla clavicola destra, Jorge Lorenzo ha raccolto un prezioso sesto posto a Laguna Seca che gli ha permesso di contenere il distacco in classifica da Marquez a 26 punti. Il Campione del Mondo non è ancora al 100%, ma è comunque in progressivo miglioramento:

"Ovviamente non sono come ero prima di Assen, ma comunque sto molto meglio rispetto a Laguna Seca. Ho trascorso le vacanze cercando di recuperare da l problema alla clavicola, vedremo come andrà. In realtà, la vacanza è stato interrotta dal test (di Brno): penso sia stato importante per me per capire come mi trovavo sulla moto, visto che non ero al massimo a Laguna, e quindi è stato mentalmente molto importante per capire come stavo."

Nel test di Brno menzionato da Lorenzo ha partecipato anche il compagno di squadra Valentino Rossi, che ha parlato del tanto chiacchierato cambio seamless portato da Yamaha in Repubblica Ceca. Queste le sue considerazioni sulla nuova tecnologia:

"Secondo me, [il nuovo cambio] non cambia molto in termini di tempo sul giro singolo. Abbiamo cercato di fare qualche confronto, ed io penso che il grande miglioramento ci sia su una distanza di 20 o 30 giri, perché la moto diventa più facile da guidare, più stabile in accelerazione e in frenata, c'è minor stress per le gomme ed è molto buono per i piloti, perché la moto diventa più facile da portare al limite e diventa più difficile fare errori."

"La sensazione comunque è fantastica: è bello guidare con quel cambio, e l'accelerazione è molto buona. Non so quando potremo usarlo, ma Jorge ed io stiamo spingendo molto in questo senso perché è davvero ottimo."

Gran parte dell'attenzione dei media era ovviamente rivolta al britannico Cal Crutchlow, che durante la pausa estiva ha formalizzato l'accordo con il Ducati Team per le prossime due stagioni:

"Dopo Laguna abbiamo deciso di restare in America e fare la pausa qui, ma alla fine non è stata esattamente una 'pausa'. Abbiamo avuto una prima settimana davvero intensa, dopo della quale abbiamo finalmente potuto comunicare che sarò in pista con Ducati il prossimo anno. Sono davvero contento, è stato bello chiudere l'affare: ora possiamo concentrarci sul resto dell'anno e vedere come va."

Fresco di conferma con il team LCR, il tedesco Stefan Bradl è pronto a dare battaglia a Indianapolis dopo l'eccellente prestazione di Laguna Seca (pole e secondo gradino del podio per lui):

"Posso dire che continuerò il mio rapporto con LCR anche il prossimo anno e che avremo il supporto di HRC, che è importantissimo. E' un bene sia per me che per la squadra, e ne sono molto felice. E' anche una buona notizia in vista della seconda metà di questa stagione, in quanto potremo concentrarci esclusivamente sull'andare sempre più forte già a partire da domani [oggi], cercando di fare il miglior lavoro possibile. Adesso è tutto sistemato, e questa è una bella sensazione: dobbiamo solo saltare sulla moto."

L'ultimo dei sette piloti presenti in conferenza stampa a prendere la parola è stato il 'redivivo' Ben Spies, che a causa di un infortunio ha saltato le ultime sette gare del Mondiale:

"E 'stato un anno difficile - per non dire altro... - ma adesso mi sento bene per essere finalmente tornato, senza dovermi cercare un lavoro da commentatore! Non ho più bisogno di dribblare i giornalisti riguardo a quando sarei tornato a guidare! Ora siamo in grado di ripartire, iniziando la stagione come si deve. L'ultima volta [che ho guidato] à stata al Mugello, quindi avrò molta ruggine da togliermi di dosso. Come dice Marquez, andrò avanti step-by-step. [Indianapolis] è una buona pista per tornare, ho dei bei ricordi legati a questo circuito. Dobbiamo solo cercare di diventare sempre più veloci in ogni sessione e vedere a che punto saremo tra un paio di settimane."

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: