MotoGP: a Indianapolis si apre la caccia a Marquez | on-board video

Dopo tre settimane di riposo, il Motomondiale torna in pista nello storico impianto americano per il 10° appuntamento della stagione. In MotoGP l'interrogativo è principalmente uno: chi riuscirà a prendere Marc Marquez?

Marc Marquez - MotoGP 2013

Dopo tre settimane di meritato riposo - quattro per i protagonisti delle classi Moto2 e Moto3 - il Motomondiale 2013 riapre i battenti questo fine settimana per il GP di Indianapolis, decimo appuntamento del calendario (clicca qui per gli orari della diretta TV).

Nella classe MotoGP, il leit motive del fine settimana sarà la rincorsa a Marc Marquez (Honda Repsol), il fenomenale rookie di Honda Repsol che dopo la prima metà della stagione e la convincente vittoria nell'ultimo round di Laguna Seca si è piazzato in cima alla classifica piloti con un buon margine sui più immediati inseguitori, i connazionali Dani Pedrosa (Honda Repsol) e Jorge Lorenzo (Yamaha Factory Racing), staccati rispettivamente di 16 e 26 punti.

Proprio i due spagnoli, entrambi reduci da seri infortuni alle spalle che ne hanno pregiudicato il rendimento negli ultimi rounds, saranno chiamati a rispondere subito alle prodezze del giovane collega, che a questo punto potrebbe davvero tentare la fuga in classifica, ma le loro condizioni fisiche sono comunque tutte da verificare.

Tra i naturali favoriti della vigilia di Indianapolis non può mancare naturalmente il nome di Valentino Rossi (Yamaha Factory Racing), reduce da tre podi consecutivi nelle ultime tre gare. Non è un mistero che il tracciato dell'Indiana non sia tra i favoriti del 'Dottore', ma il pluri-iridato di Tavullia dovrà per forza fare punti pesanti domenica se vorrà davvero tenere in vita le sue già esigue speranze di titolo mondiale.

La scorsa settimana Rossi e Lorenzo sono scesi in pista a Brno per una 'due-giorni' di test con il nuovo cambio seamless, ma dagli ambienti della scuderia di Iwata non è trapelato nulla a riguardo. rimane comunque altamente improbabile un suo impiego già nel round americano di questo fine settimana. Nel frattempo, dall'altra parte del globo, Casey Stoner faceva il suo ritorno in qualità di tester HRC per la moto 2014, escludendo comunque qualsiasi possibilità di ritorno in pista come wildcard.

Ci sarà naturlamente grande curiosità attorno a Cal Crutchlow (Yamaha Tech3), fresco di accordo con il Ducati Team per la prossima stagione, ma per la sua futura scuderia le speranze di trovare un buon risultato a Indy rimangono comunque scarse.

Grande attesa anche per il ritorno in pista dell'americano Ben Spies (Ducati Pramac Racing) finalmente recuperato al 100% e pronto per il suo terzo GP della stagione (manca dal round di Austin, secondo appuntamento della stagione). Altro ritorno da sottolienare è quello di Blake Young, ancora wild card con la CRT del team Attack Performance.

Per quanto riguarda la classe Moto2, si riparte dal duello tra i due assoluti protagonisti di questa stagione: il leader del mondiale Scott Redding (Marc VDS Racing Team) e Pol Espargaro (Tuenti HP 40), con lo spagnolo che ha 23 punti da recuperare ma ha incassato l'ufficializzazione dell'ingaggio con il quotato team Yamaha Tech3 in MotoGP per la prossima stagione. Il terzo in classifica, Rabat, è a 55 punti punti dalla vetta, ma rimane uno dei pretendenti per la vittoria del GP insime a vari altri outsiders, tra cui va incluso anche il nostro Simone Corsi, secondo nell’ultima gara al Sachsenring prima della pausa estiva.

In Moto2 ci sarà anche la wildcard, James Rispoli, 22enne americano due volte campione AMA Supersport, che ha fatto un test a Indianapolis con la sua Moto2 con telaio Tech3 del team GPTech la scorsa settimana registrando l'interessante on board video riportato in calce.

In Moto3 è facile prevedere la prosecuzione del dominio del trio di piloti spagnoli che fin qui hanno monopolizzato la stagione, tutti su KTM, con Luis Salom che dovrà difendere i 10 punti che vanta in classifica su Maverick Viñales e i 30 su Alex Rins. Scarse le possibilità di mettersi in luce per i piloti italiani.

Moto2 2013 - Scott Redding - Kalex Marc VDS Racing
Pol Espargaro - Tuenti HP 40 Team - Moto3 2013

  • shares
  • Mail
15 commenti Aggiorna
Ordina: